Per la futura Pro Loco....

Cari tutti, plaudo alla riuscita riunione di domenica 9 novembre, alla quale hanno partecipato tante persone e tanti giovani di Aiello; e plaudo alla rinnovata volontà di socializzazione uscita fuori dalla discussione.
Ero stato invitato ad un incontro da Marco Cino, ma non sapevo, sin quando non me lo ha comunicato lui stesso la scorsa domenica mattina, che si sarebbe parlato di Proloco. Purtroppo, essendo stata convocata la riunione per il tardo pomeriggio, e dovendo ritornare a Cosenza dove abito, non ho potuto partecipare.
Tuttavia, da quanto leggo e da quanto mi ha riferito Marco in una lunga telefonata, debbo evidenziare alcuni aspetti riguardanti il presente ed il futuro della Proloco, e le azioni per rilanciarla, decise in detta riunione, aspetti che non condivido.
Faccio presente che al momento, in virtù della riunione del 21 settembre 2013 alla quale avevamo partecipato una decina di persone, e dal momento che in quella riunione – a mio avviso in via provvisoria – era stato “eletto” presidente, cda e collegio dei revisori (come risulta da un documento che pure lo scrivente non ha sottoscritto, e incompleto perché mancano i presenti e non è riportato quanto si è detto, inviato alla Provincia di Cosenza che per legge sovrintende alle Proloco – e che per esso documento lo scrivente risulta presidente, in solitaria, del collegio sindacale. Faccio presente, inoltre, che da sempre non manca occasione (vedi stampa e blog ai link a fondo pagina) per sferzare, pungolare, sollecitare, e annotare che l'associazione non funziona da tempo, e che la comunità dovrebbe (come ha fatto domenica, ma secondo me, in modo errato) svegliarsi per riprendere in mano le briglie del proprio destino.
Ecco dunque quanto non reputo in linea con le norme statutarie, e che non condivido come socio (peraltro fondatore):
  • Sorvolo (per fare un passo avanti e uscire dalle sabbie mobili) sul fatto che la riunione - non essendo stata convocata dal presidente e non partecipata al provvisorio cda, la stessa riunione di domenica, e le sue direttive non sono valide;
  • Sorvolo pure sul fatto, come ho saputo, che il presidente in carica ha delegato il signor Cino a fare il tesseramento... sorvolo, ma dico che non poteva farlo, senza quanto meno consultarsi con il direttivo provvisorio...;
  • Non sorvolo sul seguente punto - il tesseramento, nel caso fosse valido, e in buona sostanza, rappresentasse un modo per uscire dall'immobilismo, non può essere limitato ad un arco di tempo (in questo caso dal 9 al 19 novembre), seppur motivato dalla fretta di eleggere i nuovi organi sociali (come mai tutta 'sta pressa???), per fare iniziative per il prossimo Natale (e sinora???).

Auspico e mi auguro, al di là di tutto, che l'iniziativa (come ha più volte e più volte... excusatio non petita...) specificato Marco non abbia fini politici (spero non come nel 2009 che poi è andato tutto a fafuttere, mi riferisco al tesseramento ed alle elezioni non secondo statuto, e che io segnalai con lettera raccomandata alla Provincia di Cosenza e all'Unpli, rimanendo inascoltato... come capita sempre a chi dice la verità, ma che non è utile ai progetti di altri...).
Debbo ringraziare lo stesso Marco che mi ha più volte invitato a prendere parte al futuro direttivo, ma ritengo di non poter accettare, poiché tali cariche, anche se si offre la propria disponibilità, sono elettive e dunque si deve essere sempre eletti dall'Assemblea. Poi, debbo anche dire che non posso dare la mia disponibilità poiché abitando a Cosenza non potrei fare molto ad Aiello il solo sabato e la sola domenica. Le iniziative culturali o naturalistiche che vorrò fare, estemporanee o meno, potrò farle comunque, quando mi pare e piace, lo stesso. come in passato, insieme alla Proloco, o ad altre associazioni aiellesi.

Per ricapitolare, la mia sintetica opinione è questa:
  • il tesseramento non può essere limitato al periodo 9-19 novembre, ma aperto in qualsiasi periodo dell'anno (è interesse dell'aspirante socio tesserarsi prima delle assemblee per poter dare – essendo in regola con la quota sociale - il proprio contributo di idee, di proposte e di voto);
  • la data dell'Assemblea per il rinnovo delle cariche sociali, come recita lo statuto vigente, potrebbe essere convocata per dicembre, mese in cui fare il bilancio preventivo, e predisporre la programmazione annuale 2015 su: accoglienza turistica, valorizzazione artistica e culturale di Aiello, tutela dell'ambiente, e salvaguardia della qualità della vita dei membri della comunità, e aggregazione sociale.
  • Ritengo che le iniziative connesse agli scopi statutari siano da portare avanti con la necessaria passione ed il costante impegno... altrimenti ci si stanca presto... e noi tutti non vorremmo che la Proloco ritornasse a ridursi solo a mero passatempo, come lo è stata purtroppo anche in passato.
Buon lavoro, dunque, a chi vorrà spendere il proprio tempo, il proprio impegno e la propria entusiastica passione, per la nostra Aiello.

Termino col riportarvi, oh lettori e futuri soci, alcune delle regole dello Statuto (qui, per visionarlo interamente).

Cordialmente,
Bruno Cittadino Pino

Cosenza 13 novembre 2014

P.s. Naturalmente, appena possibile, provvederò a versare la mia quota associativa, e a dare il mio contributo di idee, e di azione.

***

ESTRATTO ART. 2 - FINALITÀ
1) LA PRO LOCO DI AIELLO CALABRO È UN’ASSOCIAZIONE DI VOLONTARIATO DI NATURA PRIVATISTICA, APARTITICA, APOLITICA E SENZA SCOPO DI LUCRO, CON RILEVANZA PUBBLICA E FINALITÀ DI PROMOZIONE SOCIALE E TURISTICA.
2) SVOLGE LA SUA ATTIVITÀ NELL'AMBITO DEL TERRITORIO DEL COMUNE DI AIELLO CALABRO PER UNA DURATA ILLIMITATA MA PUÒ OPERARE ANCHE AL DI FUORI DEL PROPRIO COMUNE STIPULANDO ACCORDI, CONVENZIONI, PARTENARIATI, CON ALTRE ASSOCIAZIONI, ENTI, COMUNI E PROVINCE IN LOCALITÀ IN CUI NON ESISTA ALTRA ASSOCIAZIONE PRO LOCO.
3) LA PRO LOCO, CHE SI IMPEGNA A DIVENTARE PARTE ATTIVA DELL’EVENTUALE SISTEMA TURISTICO LOCALE OPERANTE NEL PROPRIO TERRITORIO, HA PER SCOPO IL PREVALENTE SODDISFACIMENTO DEGLI INTERESSI TURISTICI, CULTURALI E SOCIALI DELLA COLLETTIVITÀ LOCALE DA REALIZZARE IN ARMONIA CON L’ATTIVITÀ SVOLTA DAI VARI ORGANISMI CHE OPERANO A LIVELLO COMUNALE, INTERCOMUNALE, PROVINCIALE, REGIONALE, NAZIONALE ED INTERNAZIONALE.
4) LA PRO LOCO SI PROPONE IN PARTICOLARE DI REALIZZARE INIZIATIVE:
A) RIVOLTE ALLA TUTELA ED ALLA VALORIZZAZIONE DELL’IDENTITÀ DEL LUOGO E DEL SUO PATRIMONIO STORICO, CULTURALE, FOLKLORICO E LINGUISTICO;
B) RIVOLTE A FAVORIRE LA FRUIZIONE, ANCHE DESTAGIONALIZZATA, TURISTICA, CULTURALE E AMBIENTALE DELLA LOCALITÀ;
C) VOLTE A STIMOLARE IL MIGLIORAMENTO DELLE INFRASTRUTTURE E DELLA RICETTIVITÀ ALBERGHIERA ED EXTRA - ALBERGHIERA DELLA LOCALITÀ;
D) IDONEE A FAVORIRE, ATTRAVERSO LA PARTECIPAZIONE POPOLARE, IL RAGGIUNGIMENTO DEGLI OBIETTIVI SOCIALI DEL TURISMO, RIUNENDO E COINVOLGENDO TUTTI COLORO CHE NE HANNO INTERESSE;
E) RICREATIVE, ATTIVITÀ DI SPETTACOLO O DI SOCIALITÀ CIVICA, MANIFESTAZIONI DI CARATTERE CULTURALE E SOCIALE, CONVEGNI E MOMENTI DI AGGREGAZIONE RIVOLTE AD ATTRARRE MOVIMENTO TURISTICO O IN GRADO DI MIGLIORARE LE CONDIZIONI GENERALI DI SOGGIORNO E DELLA QUALITÀ DELLA VITA DELLA LOCALITÀ;
F) MIRATE ALL’AGGREGAZIONE ED ALLA SOCIALIZZAZIONE DI GIOVANI ED ANZIANI ANCHE CON LA COSTITUZIONE E LA GESTIONE, AI SENSI DELL’ARTICOLO 111, COMMI 3, 4 BIS E 4 QUINQUIES DEL TESTO UNICO DELLE IMPOSTE SUL REDDITO E, CON DELIBERA DELL’ASSEMBLEA DEI SOCI DI UN CIRCOLO RISERVATO AI PROPRI ASSOCIATI, NEL QUALE L’ATTIVITÀ DI SOMMINISTRAZIONE DI ALIMENTI E BEVANDE, SIA RIVOLTA ESCLUSIVAMENTE AI SOCI ISCRITTI.
5) SI PROPONE INOLTRE DI:
A) REALIZZARE ATTIVITÀ DI ASSISTENZA ED INFORMAZIONE TURISTICA, IN FORMA DIRETTA O VIRTUALE UTILIZZANDO TUTTI I MEZZI ATTIVABILI ANCHE ISTITUENDO E/O GESTENDO, PREVIA AUTORIZZAZIONE DEL SETTORE TURISMO DELL’AMMINISTRAZIONE PROVINCIALE, L’UFFICIO IAT;
B) REALIZZARE MANIFESTAZIONI ED INIZIATIVE, ANCHE D’INTESA ED IN COLLABORAZIONE CON LE PRO LOCO FACENTI PARTE DELLO STESSO SISTEMA TURISTICO, CHE POSSANO ESERCITARE UN EFFETTIVO RICHIAMO TURISTICO;
C) ISTITUIRE E/O GESTIRE, OVVERO PROPORRE L’ISTITUZIONE E LO SVOLGIMENTO, PREVIO ACCREDITAMENTO ALLA PROVINCIA DI COSENZA O ALLA REGIONE CALABRIA, DI CORSI PROFESSIONALI STAGE E QUALUNQUE ALTRA ATTIVITÀ FORMATIVA, INERENTI L’ATTIVITÀ MUSEALE, L’ATTIVITÀ ARTIGIANALE E QUELLA TURISTICA E/O COMUNQUE ATTINENTI AL TURISMO, ALL’ACCOGLIENZA, ALLA SOLIDARIETÀ E ALL’AMBIENTE FINALIZZATI SIA AI SOCI, SIA AGLI OPERATORI DEL SETTORE, UTILI A MIGLIORARE LA QUALITÀ DELL’OFFERTA TURISTICA;
D) ISTITUIRE E/O GESTIRE STRUTTURE A CARATTERE MUSEALE, PINACOTECHE, BIBLIOTECHE ED ALTRE RACCOLTE DOCUMENTALI;
E) COLLABORARE CON GLI ORGANI COMPETENTI NELLA VIGILANZA SULLA CONDUZIONE DEI SERVIZI PUBBLICI E PRIVATI DI INTERESSE TURISTICO, VERIFICANDO SOPRATTUTTO IL RISPETTO DELLE TARIFFE E PROPONENDO, SE DEL CASO, LE OPPORTUNE MODIFICHE;
F) PROMUOVERE E SVILUPPARE ATTIVITÀ NEL SETTORE SOCIALE E DEL VOLONTARIATO A FAVORE DELLA POPOLAZIONE DELLA LOCALITÀ: PROPOSTE TURISTICHE SPECIFICHE PER LA TERZA ETÀ, PROGETTAZIONE, REALIZZAZIONE E CONDUZIONE DI SPAZI SOCIALI DESTINATI ALL’EDUCAZIONE, ALLA FORMAZIONE E ALLO SVAGO DEI MINORI, INIZIATIVE DI COINVOLGIMENTO DELLE VARIE COMPONENTI DELLA COMUNITÀ LOCALE FINALIZZATE ANCHE ALL’ELIMINAZIONE DI EVENTUALI SACCHE DI EMARGINAZIONE, ORGANIZZAZIONE DI ITINERARI TURISTICO - DIDATTICI PER GRUPPI SCOLASTICI, SCAMBI DA E PER L’ESTERO PER FAVORIRE LA CONOSCENZA DEL TERRITORIO, ANCHE RICOLLEGANDO I VALORI DEL TERRITORIO E DELLA CULTURA LOCALI CON QUELLI DEGLI EMIGRATI RESIDENTI ALL’ESTERO;
G) FAVORIRE E REALIZZARE GEMELLAGGI CON ALTRE LOCALITÀ NAZIONALI ED ESTERE;
H) PARTECIPARE A BANDI DI PROGETTAZIONE NAZIONALE ED EUROPEI INERENTI LE FINALITÀ ISTITUZIONALI DELLA PRO LOCO;
I) COSTITUIRE, UNITAMENTE ALTRE PRO LOCO E/O ASSOCIAZIONI CHE ABBIANO LO STESSO FINE SOCIALE, CONSORZI O SOCIETÀ CONSORTILI A LIVELLO COMUNALE, INTERCOMUNALE, PROVINCIALE E REGIONALE, NONCHÉ ASSUMERE PARTECIPAZIONI IN ALTRE SOCIETÀ O ENTI CON FINALITÀ AFFINI;

ESTRATTO DALL'ART. 3
L'ISCRIZIONE ALLA ASSOCIAZIONE È APERTA A CHIUNQUE NE FACCIA RICHIESTA (E NON SOLO IN UN DETERMINATO PERIODO... FISSATO DA CHI? DAL DIRETTIVO?) MEDIANTE L'INVIO DI DOMANDA SCRITTA RIVOLTA AL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, CHE SI DOVRÀ DETERMINARE NELLA PRIMA RIUNIONE UTILE. TALE DOMANDA VALE COME ACCETTAZIONE INTEGRALE DEI CONTENUTI DEL PRESENTE STATUTO E DEI REGOLAMENTI SOCIALI. IN MANCANZA DI PRONUNCIA LA DOMANDA SI INTENDE ACCOLTA.
4) AD ESCLUSIONE DEI NUOVI AMMESSI, CHE VERSANO L’IMPORTO STABILITO PER LA QUOTA SOCIALE NON RIMBORSABILE, AL MOMENTO DELLA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI ISCRIZIONE, TUTTI I SOCI DEVONO EFFETTUARE IL VERSAMENTO ENTRO LA DATA ANNUALE STABILITA DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE.
5) LA QUOTA SOCIALE, ESSENDO DESTINATA A FINANZIARE L’ATTIVITÀ DELL’ASSOCIAZIONE E NON AVENDO, PERTANTO, ALCUNA FINALITÀ SPECULATIVA, NON È TRASMISSIBILE A TERZI E NON È PRODUTTIVA DI ALCUN INTERESSE O RIVALUTABILITÀ MONETARIA.
6) TUTTI I SOCI, PURCHÉ MAGGIORENNI ED IN REGOLA CON IL PAGAMENTO DELLE QUOTE SOCIALI, HANNO DIRITTO DI:
A) VOTO PER ELEGGERE GLI ORGANI SOCIALI, PURCHÉ SOCI AL 31 DICEMBRE DELL'ANNO PRECEDENTE AL RINNOVO DELLE CARICHE SOCIALI;
B) ESSERE ELETTI ALLE CARICHE SOCIALI, PURCHÉ SOCI AL 31 DICEMBRE DELL'ANNO PRECEDENTE AL RINNOVO DELLE CARICHE SOCIALI;
C) VOTO PER L’APPROVAZIONE E LE MODIFICHE DEL PRESENTE STATUTO E DEI REGOLAMENTI;
D) RICEVERE LA TESSERA SOCIALE;
E) FREQUENTARE I LOCALI DI PROPRIETÀ E/O IN USO DELL’ASSOCIAZIONE;
F) RICEVERE LE PUBBLICAZIONI DELLA PRO LOCO;
G) OTTENERE TUTTE LE FACILITAZIONI CHE COMPORTANO LA QUALIFICA DI SOCIO DI PRO LOCO, IN OCCASIONE DELLE ATTIVITÀ PROMOSSE E/O ORGANIZZATE DALLA PRO LOCO STESSA.
7) I SOCI HANNO IL DOVERE DI:
A) RISPETTARE LO STATUTO ED I REGOLAMENTI DELLA PRO LOCO;
B) VERSARE LA QUOTA SOCIALE ANNUALE;
ECC. ECC.

ESTRATTO ART. 5 - ASSEMBLEA DEI SOCI
1) L’ASSEMBLEA È COSTITUITA DA TUTTI I SOCI IN REGOLA CON IL VERSAMENTO DELLA QUOTA SOCIALE COME PREVISTO NEL PRECEDENTE ARTICOLO 3.
2) CIASCUN SOCIO DISPONE DI UN SOLO VOTO NON ESSENDO AMMESSA DELEGA. L’ASSEMBLEA RAPPRESENTA L’UNIVERSALITÀ DEI SOCI, PERTANTO, LE DECISIONI ADOTTATE IN TALE AMBITO, IN CONFORMITÀ ALLA LEGGE ED AL PRESENTE STATUTO, SONO VINCOLANTI PER TUTTI I CONSOCIATI.
3) L’ASSEMBLEA È CONVOCATA DAL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE PER DETERMINAZIONE PROPRIA, O A SEGUITO DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE, OVVERO QUANDO NE FACCIA RICHIESTA ALMENO UN TERZO DEGLI ISCRITTI, RISULTANTI DAL LIBRO DEI SOCI AVENTI DIRITTO AL VOTO.
4) LA CONVOCAZIONE, DEVE ESSERE FATTA, MEDIANTE AVVISO INVIATO AL DOMICILIO DEI SOCI, 10 GIORNI PRIMA DELL’ADUNANZA, CON CONSEGNA A MANO, RECAPITO POSTALE ORDINARIO O FAX CON ACQUISIZIONE DEL RAPPORTO DI REGOLARITÀ, O POSTA ELETTRONICA, E VIENE FATTA ALTRESÌ CON MANIFESTO AFFISSO ALL’ESTERNO DELLA SEDE DELLA PRO LOCO O ALL’ALBO PRETORIO DEL COMUNE DI APPARTENENZA E DOVRÀ CONTENERE L’ORDINE DEL GIORNO, LA DATA, L’ORA ED IL LUOGO DELLA RIUNIONE IN PRIMA CONVOCAZIONE ED IN SECONDA CONVOCAZIONE. QUEST’ULTIMA DOVRÀ EFFETTUARSI ALMENO UN’ORA DOPO QUELLA FISSATA PER LA PRIMA;
5) L’AVVISO DOVRÀ ESSERE INVIATO ALMENO 10 GIORNI PRIMA DELLA CONVOCAZIONE ANCHE ALL’ASSESSORATO AL TURISMO DELLA PROVINCIA DI COSENZA;
6) L’ASSEMBLEA HA IL POTERE, PER CONSEGUIRE GLI SCOPI SOCIALI, IN PARTICOLARE DI:
A) ELEGGERE IL PRESIDENTE, I COMPONENTI DEL C. DI A., I COMPONENTI DEL COLLEGIO SINDACALE;
B) APPROVARE ENTRO IL 31 DICEMBRE DI OGNI ANNO IL BILANCIO PREVENTIVO ED IL PROGRAMMA DI ATTIVITÀ PER L'ANNO SUCCESSIVO;

C) APPROVARE ENTRO IL 28 FEBBRAIO DI OGNI ANNO IL BILANCIO CONSUNTIVO E LA RELAZIONE ILLUSTRANTE L'ATTIVITÀ SVOLTA NELL'ANNO PRECEDENTE; [...]

ALCUNI LINK UTILI DA LEGGERE (in ordine temporale sparso)

DOCUMENTI
Il resoconto pubblico della riunione di domenica 9 novembre 2014 tratto da facebook
L'avviso pubblico del tesseramento
Il verbale del 21 settembre 2013


Commenti

  1. Tratto da Facebook...
    Scrive Marco Cino:
    "Caro Bruno Pino, mi aspettavo un tuo commento e non mi dispiace leggerlo. Come più volte ho puntualizzato, solo attraverso il confronto e le varie opinioni, condivise o meno, comunque tutte rispettabili, si può addivenire a qualcosa di proficuo.

    Tralasciando ciò che tu stesso sorvoli, mi preme rispondere, invece, a ciò che chiedi relativamente al tempo per il tesseramento, che, ti confermo, è finalizzato solo ed unicamente al voler uscire da questo immobilismo che perdura da tempo.

    Posto ciò, ti ribadisco, come fatto anche telefonicamente, che lo spazio temporale di dieci giorni è diretto soltanto ad impedire che ci si adagi ancora una volta. Sarebbe davvero una contraddizione, nonché un’incoerenza nei confronti di coloro che erano presenti (numerosi ribadisco) durante quell’incontro.

    Ciò che è emersa è stata proprio la volontà di attivarsi e di farlo subito, perché stanchi ormai di vivere in uno stato di passività esasperata, nell’indifferenza completa che è cresciuta anno dopo anno, fino a portare ad un disinteresse totale verso la vita sociale del nostro paese. Un tesseramento ad oltranza non farebbe che ricondurci allo stato attuale, cioè nuovamente ad un punto morto.

    Oltretutto, credo che chi sia interessato ed abbia la volontà di tesserarsi, non necessita di così tanto tempo per rifletterci. Ovvio è che lo spazio temporale ristretto non è sinonimo di chiusura; l’importante è partire, sintomo di essere già a metà dell’opera; ci saranno poi, sicuramente, nuovi tempi per ulteriori tesseramenti e ovviamente, come da art. 3 dello Statuto, che tu gentilmente riporti, saranno aperti a chiunque ne faccia richiesta.

    L’urgenza di giungere presto all’eventuale elezione di un nuovo direttivo, si rende maggiormente importante in vista delle prossime festività natalizie e, pertanto, quale migliore occasione per ripartire? Sicuramente, nel momento in cui si è posta fiducia nella Proloco, programmare qualcosa adesso al di fuori di essa, non mi sembra corretta. Tra l’altro, sorge spontanea la domanda: che senso avrebbe posticipare i tempi? Non trovo risposta logica.

    Leciti i tuoi dubbi sulle finalità politiche, ma preferisco sgombrare nuovamente il campo da perplessità ed equivoci, riaffermando quale fine unicamente quello sociale; lo ribadisco non perché “excusatio non petita…”, ma solo perché Repetita iuvant !!!!!

    Per quanto riguarda l’invito ad entrare a far parte del futuro direttivo, rinnovo tale invito; per quanto possa contare il mio modesto parere, credo che tutti conoscano le tue capacità ed il tuo interesse per Aiello Calabro, pur vivendo per motivi lavorativi a Cosenza. Ovvio è che tutti i membri si dovranno misurare e confrontare con un’elezione, ma questo, per fortuna, è il metodo democratico a cui si sottopone chi vuole rappresentare un’associazione.

    Concordo, condivido e rivolgo a tutti il tuo stesso sentimento, cioè quello che tutte le iniziative connesse agli scopi statutari debbano essere portate avanti con “la necessaria passione ed il costante impegno”.

    Ringraziandoti ancora per il tuo commento, auspico che ci saranno altri temi su cui confrontarci.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Marco, apprezzo la tua risposta. Opinioni a confronto. Per ora ribadisco il mio pensiero e spero in cose buone. Buon lavoro.

      Elimina

Posta un commento

Salve. Grazie per il commento.
Il curatore del Blog fa presente che non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori. I commenti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o contenenti dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy, verranno cancellati.