Aiello Calabro, assieme a Zambrone e S. Pietro di Caridà, offrirà l'olio per la lampada votiva di S. Francesco di Paola


Riceviamo e pubblichiamo (a fondo pagina la storia dell'olio votivo)
AIELLO CALABRO – Il nostro Paese quest’anno, dopo la richiesta fatta dall’Amministrazione Comunale è stato scelto per l’offerta “dell’Olio” nella ricorrenza della Festa di San Francesco di Paola.
Come Amministrazione Comunale e Parrocchia, assieme a tutti i cittadini di questa Comunità, siamo onorati di questa scelta ed esprimiamo tanta gioia e gratitudine, ringraziando ancora una volta il Padre Provinciale e tutti i suoi Confratelli  per aver accolto la nostra richiesta.
Presentiamo ora qui di seguito il programma della missione popolare che i Padri Minimi faranno nel nostro paese dal 23 Marzo al 31 Marzo 2012, per vivere una settimana preziosa con la presenza in mezzo a noi di una preziosa reliquia di San Francesco (*il mantello, ndb).

VENERDI’ 23 MARZO 2012.
Ore 17.00 – Accoglienza della reliquia di San Francesco di Paola e dei Reverendi Padri Missionari Minimi presso la Località Porta (Porta Soprana). Seguirà processione e solenne concelebrazione eucaristica con la presenza del Padre Arcivescovo Mon. Salvatore Nunnari.
Ore 21.00  - Veglia di preghiera.

DA SABATO 24 MARZO A SABATO 31 MARZO 2012
Ore 08.00 tutti i giorni S. Messa e Lodi.
Durante la giornata visite famiglie e ammalati nel centro del paese e in tutte le frazioni.
Nella settimana visita alle Scuole e incontri con i giovani.

GIOVEDI’ 29 MARZO 2012.
Ore 16.00 – 17.00 Consiglio Comunale presso il Teatro Comunale.
Ore 18.00  - Santa Messa presieduta dal Padre Provinciale.

IL PARROCO Padre Jean Paul BAMBA
IL SINDACO Francesco IACUCCI                                         

NB: Il programma in maniera più dettagliata potrà essere visionato all’ingresso della Chiesa di Santa Maria Maggiore. Inoltre, presso il Municipio di Aiello Calabro e la Chiesa di Santa Maria Maggiore, si trovano i recipienti per la raccolta “OFFERTA DELL’OLIO VOTIVO SAN FRANCESCO DI PAOLA” 

*Quella del Mantello è, tra le Reliquie, quella più preziosa e venerata. Si tratta, infatti, dell'indumento che accompagnò il Santo per parte della sua vita.
La tradizione, suffragata dalle più antiche biografie del Santo, vuole che in seguito al rifiuto del barcaiolo avaro, che richiedeva di essere pagato per traghettarlo, Francesco si appartasse per pregare; infine steso il Mantello sulle acque e facendosi vela con il bastone, su di esso attraversò lo stretto di Messina.
Per tale motivo è particolarmente venerato dalla gente di mare della nazione italiana di cui è il Santo Patrono.


Commenti