Piano strutturale in forma associata. Le osservazioni del WWF

Dal CEAM WWF di Belmonte Calabro riceviamo e postiamo.

BELMONTE CALABRO - Era il 2011 quando un gruppo di comuni del basso tirreno cosentino decisero di associarsi per meglio pianificare il territorio con nuovi occhi e nell'interesse di "tutti" i cittadini. Con la determina che sotto si riporta in parte si avviava questo nuovo iter.
Si comunica che con nota n°16459 del 12/08/2011 l'Ufficio Unico del Piano, costituito con determina n. 01 del 25/03/2008 della Conferenza dei Sindaci, con sede legale in Corso Umberto I° - 87032 Amantea (CS) (Comune Capofila) tel. 0982/4291 0982/429255 fax 0982/41013, in qualità di Autorità Procedente del: "Piano Strutturale in forma Associata dei Comuni di Amantea - Belmonte Calabro - Aiello Calabro - Cleto - San Pietro in Amantea" della Provincia di Cosenza, ha avviato la consultazione preliminare, ai sensi dell'art.23 commi 1 e 2 del Regolamento Regionale n. 3 del 04.08.08 e ss.mm.ii. ai fini della procedura in oggetto...
... Finalmente cambia qualcosa!!!! (pensavamo), finisce l'era delle scelte su misura per assecondare interessi di amici e amici degli amici, avremo momenti di confronto continuo, perché per decidere del futuro di questi territori si terranno anche in considerazione tutte le tematiche e le problematiche ambientali, si valorizzeranno le aree di pregio, si interverrà per diminuire o eliminare tutto ciò che possa compromettere ed apportare rischi per la salute pubblica, insomma, si andrà a pianificare davvero.
Ma... dal 2011 al 2018 l'Ufficio del Piano seppur costituito non ha trovato il tempo per incontrare in una assemblea pubblica Associazioni e Cittadini per raccogliere eventuali idee/proposte/suggerimenti, vista questa carenza, noi attivisti del WWF ci siamo permessi di inoltrare delle Osservazioni al PSA nei tempi e nelle modalità previste (ciò avveniva nel 2015), a Belmonte Calabro quando la discussione è arrivata in Consiglio Comunale il Sindaco Bruno a rinviato il punto all'o.d.g. ed ha organizzato un incontro con i Professori universitari responsabili del PSA stesso. Questi hanno detto di sposare in toto le osservazioni del WWF e che a stretto giro avrebbero comunicato eventuali chiarimenti tecnici alla luce del confronto fatto, è seguito un nulla di fatto. Per evitare il ripetersi di un confronto che si limita ad attribuire delle responsabilità, ancora una volta per ciò che non è stato fatto, approfittando della stima che come persona ci lega al Sindaco Pizzini e considerando la sua sensibilità per la tutela del territorio, pensavamo di fare cosa giusta discutere prima dell'approvazione - almeno- le osservazioni fatte dall'associazione che rappresentiamo.
I primi di giugno abbiamo contattato il Sindaco che ha mostrato subito disponibilità ma, sono seguiti solo una serie di rinvii per fare questo incontro fino a invitarci a contattare il Tecnico del Comune Ing. Lorello, incontrato quest'ultimo, anche lui ci dice che - effettivamente - una risposta alle osservazioni ci doveva essere e che ne ha parlato con il Sindaco e l’assessore Ferraro, arriviamo ad oggi (26 giugno 2018), dove viene contattato telefonicamente dal Sindaco il responsabile del WWF Falsetti per dire a quest'ultimo che domani 27 giugno si porteranno in approvazione le controdeduzioni alle osservazioni ma, tra queste, non ci son quelle del WWF e che, comunque, sulle tematiche ambientali vigilerà la commissione VAS della Regione Calabria.
Chiedevamo solo un momento di confronto, possibilmente pubblico, avremmo voluto capire se le tematiche che sosteniamo hanno un senso pure per chi amministra la cosa pubblica, anche il Sindaco "dice" di condividere quanto argomentato nelle nostre Osservazioni ma poi, di fatto, troviamo queste argomentazioni solo nei programmi elettorali e non ci basta più.
Alla luce di ciò ci chiediamo: Perché nonostante tutti i campanelli di allarme i pericoli che vengono dalle problematiche Ambientali vengono ignorate e sono assenti dalla tribuna politica? Quando tra le priorità qualcuno (come noi) ha messo le Tematiche Ambientali sapeva di aver fatto una scelta che non pagava ma dedichiamo il nostro tempo (gratuitamente)a cause giuste e nell'interesse di tutti.
Personalmente non ho perso la passione, ma è subentrata una sorta di stanchezza. Tu provi a lavorare per un progetto comune e le istituzioni ti boicottano o nella migliore delle ipotesi ti ignorano. Questo è molto triste.
... ma in fondo cosa possiamo pretendere, rappresentiamo solo un'Associazione come il WWF ... Siamo solo volontari... siamo solo cittadini.
Belmonte Calabro, 27 giugno 2018
F.to Francesco Saverio Falsetti
Resp.le CEAM WWF "Scogli di Isca" Calabria CITRA

Le osservazioni del WWF








Commenti