Lago, il presepe di San Giuseppe, edizione 42








Scatti del 25 dicembre 2017

LAGO, Cs – Dal 1975 il presepe di San Giuseppe è un appuntamento fisso per il Natale laghitano. Anche quest’anno, con la 42 edizione, l’associazione Amici del Presepe ha realizzato un’opera certamente da visitare. Ospitato nella omonima chiesa di San Giuseppe, il presepe copre circa i 200 metri quadrati dell’intero luogo di culto. È, come lo definiscono gli stessi artisti che vi si dedicano con ingegno e pazienza oramai da quand’erano giovanetti, una sorta di macchina del tempo che permette alle generazioni di oggi di riscoprire il passato, le antiche botteghe artigianali, le tradizioni di una volta. Perché, anno dopo anno, il presepe viene smontato e rielaborato, con proposte di scorci sempre diversi di come appariva Lago negli anni passati. Per questa edizione in primo piano c’è la Ruga e Marchise, l’attuale via Sopportico, botteghe artigianali e cantine. I pastori che animano i paesaggi sono alti dai 60 ai 70 cm, e vennero costruiti negli anni 1928-30, con la testa in creta cruda, le mani ed i piedi in legno scolpito, mentre i vestiti ricordano il tipico abbigliamento contadinesco degli inizi del secolo scorso.
Il lavoro di paziente realizzazione è iniziato nelle prime settimane di ottobre ed è stato terminato proprio a ridosso del giorno di Natale. “Speriamo di incontrare anche quest'anno l'apprezzamento dei visitatori. Certamente – dicono gli Amici del Presepe - abbiamo lavorato mettendoci il cuore, come sempre. Ognuno di noi ha sottratto il tempo da dedicare alla famiglia, ai figli, agli amici e lo ha dedicato all'affetto altrettanto grande che ha per il proprio paese nativo”.
Orari di visita, tutti i giorni, dalle 9.30 alle 12.30, e dalle 15.30 alle 19.30, sino all’Epifania. In seguito, tutte le domeniche fino al 2 febbraio, giorno della Candelora.


Commenti