Amantea, scomparso il poeta Franco Bazzarelli



AMANTEA – Franco Bazzarelli, poeta amanteano, premiato in tantissimi concorsi letterari nazionali, non c’è più. Ad annunciare la sua dipartita, avvenuta nella mattina di lunedì 15 gennaio, è Amanteani nel Mondo di Pino Del Pizzo. “È venuto a mancare Franco Bazzarelli, autore autodidatta di meravigliose poesie – scrive Del Pizzo -, nelle quali traspariva la grande sensibilità d’animo legata, quasi sempre, ad un messaggio evangelico e ad una disincantata visione della realtà purificata e sublimata nei suoi versi. Franco non c’è più, ma il suo ricordo continuerà a vivere con le sue poesie, patrimonio della sua anima e della nostra comunità”.
Bazzarelli, classe 1948, inizia a scrivere nel 1973, e da allora numerose sono le sue partecipazioni a premi e concorsi letterari nazionali, in diversi dei quali piazzatosi ai primi posti. Nel 2004 pubblica “La Notte possiede occhi di lanterna”, edito dalla Comunità Montana Medio Tirreno e Pollino.
“L’amanteano Franco Bazzarelli - dice di lui lo storico e critico Vincenzo Segreti -, è il tipico poeta autodidatta dalla personalità schiva e riservata, dotato di umbratile sensibilità ed animato da un inesauribile amore per la letteratura”. Un poeta “in grado di rappresentare, con suggestiva creatività, nobili sentimenti, forti passioni, intensa religiosità”.
Le sue liriche sono state pubblicate in riviste specializzate, e recensite da quotidiani nazionali ed esteri, come “Calabria Letteraria”; “Nuovo Diogene”, o il quotidiano “America Oggi”, distribuito negli States assieme a “La Repubblica”.
Numerosi i messaggi di cordoglio per la scomparsa di Franco Bazzarelli rivolti all’anziana madre Annina e al fratello Amedeo. Un abbraccio ideale di tutta la comunità amanteana e dei paesi vicini, di amici e conoscenti ai quali mancheranno certamente la sua bontà d’animo, la gentilezza dei modi, l’umiltà. 
RASSEGNA STAMPA

Commenti