Richiedenti asilo e rifugiati. Il Comune di Aiello Calabro ospiterà per tre anni 14 persone. Il progetto è stato approvato dal Ministero dell’Interno


AIELLO CALABRO – Il progetto Sprar di accoglienza per richiedenti asilo, presentato dal comune di Aiello, codice 996, è stato finanziato con decreto del Ministero dell’Interno del 29 maggio scorso.
Il Comune tirrenico, come si evince dalla graduatoria approvata dal Ministero per il triennio 1 luglio 2017-30 giugno 2020, è destinatario di risorse (fondo Fnpsa) che ammontano, per ogni anno, a 208 mila euro, a cui si aggiunge il cofinanziamento dell’ente locale di circa 13 mila euro tramite conferimento di immobili e agevolazioni tributarie.
Per il piano di riparto nazionale, cd piano Anci, “che consente una più equilibrata distribuzione dei migranti”, i posti assegnati al comune aiellese sono 14. Quattordici richiedenti asilo e rifugiati i quali verranno ospitati in alloggi di privati dati in locazione ed individuati nei mesi scorsi dall’Ente municipale, dopo avviso pubblico e secondo precise caratteristiche di abitabilità.
Da quanto si legge in una delibera di giunta pubblicata all’albo pretorio, il prossimo passo per l’attuazione del piano di accoglienza sarà l’individuazione di un soggetto giuridico “cui assegnare, tramite procedura ad evidenza pubblica, l’incarico per la gestione del progetto Sprar finanziato”.
Tra i paesi del circondario che fanno parte della rete Sprar, c’è anche San Pietro in Amantea al quale sono stati assegnati 20 posti ed un finanziamento annuale di 268 mila euro.

Commenti