Ppe llu si o ppe llu no... io votu NO

Domenica scorsa, nel tardo pomeriggio, il M5S ha spiegato in piazza S. Maria ad Aiello, le ragioni del NO al Referendum costituzionale fissato per il 4 dicembre prossimo. Presenti, Francesca Menichino, consigliera comunale di Amantea, ed il senatore Morra.
Smontate, punto per punto, le ragioni del si. Una riforma confusa, scritta male che non taglia i costi della politica, non abolisce il senato, e che diminuisce gli spazi di democrazia. Cioè, in pratica, noi Cittadini conteremo sempre di meno. Sempre più sudditi.
Vedremo come andrà a finire. Quello che è certo, è che ci hanno divisi in due tifoserie. Anche ad Aiello, da quanto sento, chi si schiera per una parte, o per l'altra, mi sembra lo faccia per tifoseria. Sarebbe invece opportuno entrare nel merito delle cose.
Sul finale, è stata Francesca Menichino, dopo l'intervento di Morra, a sollecitare domande da chi è orientato a non votare, a votare per il si o per il no. A parte un paio di interventi del pubblico, sarebbe stato utile il confronto anche con il comitato del si, che ad Aiello esiste, e spero non solo per apparire sui giornali. Mi pare ci fosse in piazza qualche esponente del basta un si, e mi chiedo: perché non ha colto l'occasione per dire le proprie ragioni? Eppure, ancora, dopo mesi dall'annuncio a mezzo stampa di questo comitato del si, nessun incontro si è tenuto ad Aiello. Questa estate, un incontro era pure previsto in cartellone, ma non si è mai svolto...
Pensiamoci bene prima di votare, leggiamo, informiamoci. Valutiamo nel merito. È una cosa seria, la Costituzione.

Commenti