Fontane pubbliche, "l'acqua è potabile" dicono le contro analisi

AIELLO CALABRO – Ritornano a essere potabili le acque di alcune fontane pubbliche, il cui utilizzo a scopo cautelativo era stato vietato con ordinanza sindacale il 21 aprile scorso. Si trattava delle fontane di Copano, di quella del Giardino della Verità di Sotto gli Orti, di Porta di Suso e dalla fontana di via Castello adiacente alla Caserma del Corpo Forestale. Erano interessate, secondo le analisi eseguite dall'Arpacal, da contaminazione batteriologica, riscontrata a seguito dei prelievi avvenuti il 21 marzo precedente, e poi comunicate al comune poco prima del 21 aprile, data di emissione dell'ordinanza di divieto di utilizzo.
Ora, seconde le controanalisi fatte dal Laboratorio Biochem Control srl, per conto della Società Acque Potabili - come informa l'ordinanza sindacale di revoca, pubblicata ieri mattina sull'albo comunale - risulta l’assenza dei valori di inquinamento precedentemente rilevati e la conformità ai parametri stabiliti dal Decreto legislativo 31/2001.
La contaminazione batteriologica dell'acqua di fontane pubbliche, come si ricorderà, si era registrata anche nel gennaio scorso, e aveva riguardato le fontane di Acquafredda, Copano e piazza Municipio.
È auspicabile che i controlli sulla qualità delle acque delle fontane pubbliche, come quella di Porta di Suso, considerata da molti una buona acqua, vengano eseguiti con più regolarità, e che i risultati di eventuali anomalie, vengano resi noti con più tempestività.
Leggi l'Ordinanza
LINK

Commenti