Lago, si dimettono 6 consiglieri. Sfiduciato il sindaco

LAGO – Vittorio Cupelli, sindaco di Lago, è stato di fatto sfiduciato. Sei consiglieri, tre di maggioranza e tre di opposizione, hanno presentato le proprie dimissioni ieri mattina all'apertura degli uffici comunali. Passate da poco le 8, al protocollo dell'Ente sono giunte le lettere di Bilotta, De Pascale e Lola Barone, del gruppo di minoranza, e quelle dell'attuale vice sindaco Fiorenzo Scanga, di Giovanni Barone, presidente del consiglio comunale, e Annalisa Iuliano, sino a qualche settimana fa anche lei in giunta, come assessore alle politiche giovanili, poi sostituita dal sindaco con Angelo De Simone.
Con le dimissioni dei sei consiglieri, che rappresentano la maggioranza del civico consesso (composto da 10 consiglieri più il sindaco), la consiliatura arriva anzitempo al capolinea. Vittorio Cupelli era stato eletto nelle consultazioni del 25 maggio 2014, battendo con la lista Solidarietà e sviluppo, quella di L.A.G.O. capitanata da Mario Bilotta.
Stante la situazione attuale, come prassi, si attendono ora decisioni da parte della prefettura di Cosenza che dovrà nominare un commissario che reggerà le sorti del comune sino a nuove elezioni.
Al momento, quale sia il motivo ufficiale di questo capovolgimento di fronte non è dato sapere, poiché nessuna nota stampa è stata diffusa, né ci sono comunicati sul sito web comunale.
Che qualcosa non girasse per il verso giusto, però, si era capito dal recente rimpasto in giunta. Alla base di tutto, secondo i bene informati, ci sarebbero la diversità di vedute tra il sindaco Cupelli ed il vice Scanga, divenute più nette nell'ultimo periodo. Raggiunto telefonicamente, l'ex vice sindaco Enzo Scanga ci ha detto che le ragioni che lo hanno convinto a lasciare sono prettamente politiche. Ormai non c'erano più le condizioni per proseguire insieme il percorso intrapreso. Un divorzio peraltro già annunciato dallo stesso Scanga, in occasione di una riunione di maggioranza svoltasi lo scorso venerdì.
La situazione di crisi all'interno della maggioranza, non poteva non trovare alleati nei consiglieri di opposizione che hanno colto al balzo, insieme a parte della ex maggioranza, la possibilità di far cadere Cupelli.

Sapremo di più circa le ragioni politiche ufficiali, se saranno rese note, nei prossimi giorni. Già domenica, dovrebbe tenersi un incontro con i cittadini per spiegare come sono andate le cose.

Commenti