#SmearForSmear. Anche le donne aiellesi aderiscono alla campagna del rossetto sbavato contro il tumore della cervice

AIELLO CALABRO - Si chiama #smearforsmear. È la campagna di sensibilizzazione lanciato da un ente di beneficenza britannico – si tratta dello Jo's Cervical Cancer Trust - che si occupa di donne ammalate di cancro al collo dell'utero. Un'iniziativa che si sta diffondendo sui social network con questo hashtag, con lo scopo di far aumentare la prevenzione e far comprendere quanto questa sia importante a salvare tante vite. 
Anche ad Aiello, prime promotrici Ilaria Coccimiglio ed Eleonora Pucci, la campagna di prevenzione si sta espandendo a macchia d'olio. Un autoscatto, o se preferite un selfie, con il rossetto sbavato (l'inglese smear significa sbaffo, ma può indicare anche lo "smear test", ovvero il paptest) e si posta la foto online su Facebook o Instagram. Ilaria ed Eleonora (che è presidente del Consiglio comunale della cittadina), insieme alle tante ragazze giovani che hanno sinora raccolto l'appello (di Aiello, Amantea, Cosenza, con adesioni pure da Roma e Bari), ci fanno sapere che a breve, con il supporto del comune guidato da Franco Iacucci, si sta pensando di organizzare una vera e propria giornata di dibattito e di prevenzione, «interpellando medici e specialisti di settore, attivando uno screening sul territorio e coinvolgendo i comuni limitrofi». 
Secondo l'Airc, ogni anno in Italia ci sono circa 3.500 nuovi casi, ed una donna su 10 mila ha una diagnosi di tumore in forma avanzata. Per fortuna, le percentuali di mortalità sono abbastanza basse, intorno all'1%. Una percentuale invece più alta in Gran Bretagna, da dove arriva l'imput a fare maggiore prevenzione.

Commenti

  1. Salve a tutte, prima cosa di tutto plaudo all'iniziativa - essendo sicuro che non è come è stata paragonata al secchio di ghiaccio per la Sla che era sì per sensibilizzare ma poi non so se si è tradotta in vere donazioni per la ricerca, e per avere impegni dal governo i malati hanno dovuto protestare...-. Questa, invece, essendo un modo per sensibilizzare ognuna di voi e altre donne a fare maggiori controlli, mi sembra ottima cosa. Tuttavia, non voglio perdere l'occasione per dire la mia sulla prevenzione. Ecco il mio pensiero - SALUTE E PREVENZIONE - La prevenzione è certamente fondamentale. In ambito sanitario ne esistono tre tipologie: la prima, appunto, è quella PRIMARIA che è in assoluto la più importante e si persegue con la tutela dell'Ambiente salubre e con l'adozione di corretti stili di vita. Per esempio, se un territorio (mettiamo la ‪#‎ValleOliva‬) è inquinato sarà necessario pretendere la sua bonifica e incazzarsi se necessario con i decisori politici che tardano ad effettuarla, senza nascondere la testa sotto la sabbia per non vedere il problema, o negare l'evidenza, o additare chi combatte per un futuro migliore per tutti. La prevenzione secondaria, invece, si riferisce alla diagnosi precoce di una patologia, permettendo così di intervenire precocemente sulla stessa, ma non evitando o riducendone la comparsa.... (da wikipedia), comparsa che è legata a tante concause, in primis l'ambiente inquinato. La terza, poi, si riferisce a prevenire gli esiti della malattia e delle complicanze... I nostri sforzi, dunque, devono, per avere risultati apprezzabili nella battaglia contro le malattie oncologiche, e per avere una migliore qualità della vita, concentrarsi per avere condizioni di vita in un ambiente SANO e PULITO. Dedicarsi solo alla seconda delle tipologie di prevenzione, ancorché importantissima, è come dire: "Santa Chiara, ropp'arrubbata, facetter 'e porte 'e fierro". P.S. Speriamo che l'attenzione sull'Oliva si riaccenda presto... specialmente dopo la trasmissione di Presa Diretta che andrà in onda a metà marzo prossimo. Buona giornata a tutte e soprattutto Salute&Saluti

    RispondiElimina

Posta un commento

Salve. Grazie per il commento.
Il curatore del Blog fa presente che non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori. I commenti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o contenenti dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy, verranno cancellati.