Salida e Lago città gemelle

 
LAGO (Cs) – Approvato dal Consiglio comunale, all'unanimità, il gemellaggio con Salida, cittadina del Colorado, situata tra le Montagne Rocciose, dove tra il 1885 ed il 1920, emigrarono tanti laghitani.
Tra gli scopi del gemellaggio, così come si legge nella deliberazione dell'Assise Civica, c'è quello di dar vita ad iniziative culturali e sociali per la conoscenza e l'approfondimento dei rapporti tra le due comunità, e rinsaldare i legami storici, sociali e culturali.
Fautore dell'iniziativa, Francesco Gallo, medico laghitano, che vive a Padova, autore di diversi volumi sull'emigrazione, che proprio lo scorso settembre aveva ricevuto la cittadinanza onoraria della cittadina americana.
Come lo stesso Quotidiano aveva riferito, il provvedimento della municipalità statunitense era arrivato dopo il viaggio estivo di Gallo negli Usa, durante il quale si era fatto “ambasciatore” della comunità calabrese guidata dal sindaco Vittorio Cupelli, proponendo il gemellaggio tra le due cittadine, che Salida ha già approvato con atto formale ad agosto scorso.
«Sono soddisfatto – ha detto Gallo - per aver contribuito ad unire i Due Mondi, uniti geneticamente, culturalmente e storicamente, ma purtroppo distanti geograficamente». È soddisfatto anche il “mayor” di Salida, Jim Dickson, che appena saputa la notizia ha voluto ringraziare Gallo per l'interessamento, ed il paese tutto, esprimendo il desiderio di voler diventare, a sua volta, cittadino onorario di Lago.
Legami antichi, quelli tra Lago e Salida, raccontati da Francesco Gallo nel volume “The Lago-Salida Connection: Pioneers from Lago to Salida”. Lì, tra le montagne rocciose, verso la fine del XIX secolo, approdarono molti laghitani. A Salida, oggi più di 5 mila abitanti, i discendenti di quei primi pionieri che oggi abitano la “sister city” sono all'incirca 400.

A breve, sarà programmata la cerimonia ufficiale, curata da un apposito comitato, durante la quale si terrà il giuramento di fraternità alla presenza di rappresentanti dei due comuni.

Commenti