Pisl Antica Temesa. Finanziamenti per ambiente, cultura e turismo

AMANTEA (Cs) – Un milione 200 mila euro per supportare la nascita e la crescita di aziende pronte ad investire nell’ambiente, applicando i concetti dello sviluppo sostenibile, che prevede la salvaguardia delle risorse naturali in favore delle generazioni future.
«Il comune di Amantea – ha spiegato l’assessore all’ambiente Antonio Rubino – unitamente ad altri paesi dell’hinterland, è destinatario di un ingente finanziamento ricadente nei fondi Pisl che può certamente contribuire a migliorare l’attuale situazione socio – occupazionale. Nei giorni scorsi, infatti, il Dipartimento per le politiche ambientali della Regione Calabria, con decreto numero 10761/2014, ha indetto un avviso pubblico per la presentazione di progetti integrati di sviluppo locale (Pisl) dell’Asse V relativo a risorse naturali, culturali e turismo sostenibile. Nello specifico per il Pisl “Antica Temesa” è stata messa a disposizione una dotazione finanziaria di un milione 200 mila euro che potrà essere utilizzata congiuntamente anche dai comuni di Aiello Calabro, Lago e Belmonte Calabro. L’avviso in questione si rivolge soprattutto alle micro, piccole e medie imprese ricadenti nel bacino d’azione del piano».
Nello specifico potranno essere ammessi al finanziamento le seguenti tipologie di interventi: richiesta della certificazione ambientale da parte delle aziende; realizzazione di servizi per la fruizione culturale, turistica e ricettiva delle risorse naturalistiche e collegati agli interventi di conservazione e valorizzazione dei luoghi; realizzazione di aree verdi attrezzate per la ricreazione all’area aperta, orti botanici, percorsi benessere o altre tipologie di strutture dirette al miglioramento della fruizione del patrimonio ambientale; recupero di strutture non utilizzate con caratteristiche legate alle tradizioni o alla storia del territorio per l’edificazione di centri visita, punti di informazione e piccole strutture ricettive; sviluppo di attività all’interno delle micro filiere imprenditoriali nei settori dell’artigianato e delle produzioni tipiche locali, della piccola ristorazione, dei servizi turistici connessi alla gestione del patrimonio naturalistico; creazione e sviluppo di attività sportive ecocompatibili, da svolgersi all’aria aperta, quali escursionismo, arrampicata, orienteering, birdwatching, canoa, torrentismo, immersioni subacquee, vela e surf.
«Le agevolazioni – prosegue Rubino – sono concesse per un minimo di 50 mila euro e fino a 200 mila euro e comunque nella misura massima di contributo in conto capitale pari al 75 percento dell’investimento agevolabile. Ancora una volta il comune di Amantea, e per questo ringrazio il funzionario che ha seguito l’iter procedurale Maria Concetta Zagordo, riesce a raggiungere l’obiettivo prefissato: creare le condizioni più idonee per consentire il potenziamento e l’ingresso sul mercato di aziende “verdi” che traggono forza e profitto dal territorio rispettandolo dal punto di vista ecologico e ambientale».
«L’amministrazione comunale guidata dal sindaco Monica Sabatino – conclude l’assessore all’ambiente – continuerà a mantenere alta l’attenzione su queste particolari tematiche. L’intercettazione di finanziamenti regionali ed europei rappresenta oggi più che mai un obbligo al quale un ente municipale responsabile non può sottrarsi. Siamo al lavoro per potenziare ulteriormente questo settore. Siamo ovviamente molto soddisfatti per ciò che è già stato fatto».

Commenti