All'incontro di Campora ribadito il no alla discarica. Gli attivisti del comitato spontaneo: "Tale impianto non risolverebbe il problema dei rifiuti rinviandolo solo nel tempo"

Trashed, verso Rifiuti Zero. Proiezione e dibattito a Campora sulla discarica di Giani

CAMPORA S. GIOVANNI (CS), 03/02/2014 - La questione ambientale è oramai divenuta la preoccupazione principale per i rischi che l’inquinamento provoca sulla salute. Ne è testimonianza la grande partecipazione di cittadini di Campora San Giovanni e dei paesi di tutto il Comprensorio all’incontro promosso dal Comitato “No Discarica Giani”, tenutosi domenica sera, presso l’Auditorium parrocchiale. Nel corso dell’iniziativa, che prevedeva la proiezione del documentario “Trashed - verso rifiuti zero”, è stata avviata pure la petizione popolare (dai prossimi giorni sarà effettuata anche in diversi esercizi commerciali del Comprensorio), per dire no alla realizzazione della discarica prevista a Valle Giani, nel comune di Lago (Cs). Dalla visione della pellicola (di Candida Bay e con protagonista Jeremy Irons) - realizzata con lo scopo di mostrare alle popolazioni di tutto il mondo, quanto le conseguenze del sistema della gestione dei rifiuti, cosi come concepito e pensato, siano terrificanti per l’ambiente e per la salute – è nato il dibattito aperto tra i cittadini ed i membri del Comitato Civico sull’argomento che sta tenendo in apprensione da mesi le popolazioni locali. Come si ricorderà, la discarica di Giani, dovrebbe accogliere 400 mila metri cubi di “rifiuti speciali non pericolosi”. «Tale impianto – evidenziano gli attivisti locali - non risolverebbe il problema dei rifiuti rinviandolo solo nel tempo. In quanto dopo circa sette anni e con una spesa di oltre 5 milioni di euro la discarica si esaurirebbe. Noi chiediamo che le risorse per la discarica vengano utilizzate per la raccolta differenziata, per la bonifica della valle dell’Oliva e dei territori circostanti e per il rilancio dell’immagine turistica del territorio». Tra i tanti cittadini presenti, il sindaco di Aiello Calabro F. Iacucci, il consigliere comunale di Amantea V. Pugliano, e il consigliere di opposizione di Lago G. Muto, i quali hanno ribadito il proprio no alla realizzazione della discarica. Tra i promotori dell’incontro molto partecipato, a supporto del Comitato spontaneo, anche il Comitato “Natale De Grazia” di Amantea sempre impegnato alla sensibilizzazione della popolazione ad un tema importante e, oramai, non più trascurabile, come quello dei rifiuti.

Il Comitato spontaneo #NoDiscaricaGiani
Info Email: nodiscaricagiani@gmail.com

Commenti

  1. Ciò che è positivo è il fatto che i tanti indecisi e muti di qualche tempo fa ora si siano "convertiti".

    RispondiElimina

Posta un commento

Salve. Grazie per il commento.
Il curatore del Blog fa presente che non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori. I commenti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o contenenti dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy, verranno cancellati.