L'annuale sacrificio degli alberi

Immagine dal Web
Come nel passato (ma piano piano, la sensibilità muta, e non per forza si deve continuare a fare le stesse scelte, posto che ci sono soluzioni più artistiche), anche quest'anno, 10 alberi piccoli, e 2 grandi, di abete, saranno tagliati, segati, recisi. Gli abetini, poverini, hanno fatto gli studi per diventare alberi di Natale! Quelli piccoli saranno destinati agli uffici; quelli grandi per adornare le piazze del paese!
Il bosco Faeto, che sinora li aveva protetti e coccolati, ne piange l'imminente scomparsa!
I funerali si svolgeranno il prossimo 7 gennaio 2014... sti cassonetti cassonetti.
Madre Natura ringrazia quanti si uniranno al proprio dolore.
Qui la Delibera

Commenti

  1. Non sono ad Aiello, ma a quanto vedo da foto pubblicate, in piazza si sta allestendo un albero di Natale in metallo, invece di tagliare (come nella delibera di cui al post rel 28 nogembre scorso) un abete del Faeto. Se è così, sappiate che l'idea mi piace e deduco che abbiate ragionevolmente optato per i suggerimenti del Blog di Aiello Calabro. Anche se non mi date confidenza, va bene anche così. Viva la Natura! #ognitantumestanuasentere

    RispondiElimina

Posta un commento

Salve. Grazie per il commento.
Il curatore del Blog fa presente che non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori. I commenti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o contenenti dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy, verranno cancellati.