Vocazioni. I 50 anni di vita religiosa di Suor Ortensia Brunetti

La comunità saluta suor Ortensia Brunetti
#AielloCalabro, foto d'epoca - gruppo con le Suore "Cappellone", ovvero della Carità di Santa Maria
Aiello, processione Madonna del Rosario di qualche anno fa (Ph. B. Chiarello)
AIELLO CALABRO – Una domenica dedicata alla Madonna del Rosario particolare. Una occasione per celebrare, con una messa solenne, anche i 50 anni di vita religiosa di suor Ortensia Brunetti, delle Suore di Carità di Santa Maria.
Ordinata nel 1963, a Torino, sede generalizia, al secolo Giulia Brunetti, 72 anni, sorella di don Rosario Brunetti (1936-1990), il «puro di cuore», è sempre vissuta lontano dal suo paese. Attualmente, fa parte della Casa di Quartu Sant’Elena, in Sardegna.
All’epoca della sua giovinezza, ad Aiello operavano le suore di Carità, conosciute anche, per il caratteristico copricapo, come “cappellone”. Andava da loro per imparare il mestiere di sarta, e durante quell’esperienza decise di dedicare la sua vita a Gesù.
La celebrazione di domenica scorsa, alla quale hanno partecipato diverse consorelle delle case calabresi, è stata officiata nel duomo cittadino di S. Maria Maggiore, dal parroco don Jean Paul Bamba, e da don Leonardo Bennardo, anch’egli fresco di giubileo per i 50 anni di sacerdozio di qualche settimana fa.
LINK
ALTRE FOTO D'EPOCA QUI

Commenti