Amantea. Un convegno sull'intossicazione da metalli pesanti, sulle metodiche diagnostiche e le terapie. Appuntamento il 9 marzo


AMANTEA – Esiste uno screening mediante il quale si può verificare se e quanto il nostro organismo è stato esposto a fattori inquinanti? Sebbene vi siano ancora perplessità sulla scientificità e sulle interpretazioni dei dati, il mineralogramma, o analisi minerale tessutale, che consiste nel prelievo e nell’analisi di una ciocca di capelli, può fornire importanti informazioni per la diagnosi precoce di disturbi fisici e mentali.
L’argomento, e in particolare le intossicazioni da metalli pesanti, responsabili questi ultimi come concause, per alcune fonti, di significative percentuali di decessi nei paesi industrializzati, le diagnosi e le terapie possibili, nella fattispecie quella cd chelante, con la quale si eliminano i metalli pesanti, saranno oggetto di approfondimento nel corso di un convegno che si terrà ad Amantea il 9 marzo prossimo, a partire dalla 17.30 nella Sala Consiliare del comune. Un incontro di sicuro interesse, anche in ragione delle note vicende dell’inquinamento nella vallata dell’Olivo, che ancora aspetta di essere bonificata.
Secondo le intenzioni degli organizzatori, l’iniziativa «nasce da un allarme ambientale che interessa il circondario di Amantea, dovuto alla presenza di metalli pesanti nel suolo che da studi recenti pare essere una delle principali cause di gravi malattie neurologiche e oncologiche».
Previsti gli interventi – dopo il saluto del sindaco Franco Tonnara e del commissario del Consorzio di Bonifica Valle Lao, Davide Gravina - di Carmine Fallico, docente all’Unical, che relazionerà su ruolo ed effetti dei metalli pesanti nell’ambiente; Beatrice Russo, chimico e ricercatore Unical, che illustrerà le caratteristiche chimiche dei metalli pesanti; e Carlo Gaglianone, componente della Segreteria regionale di Legambiente Calabria, il quale affronterà l’aspetto relativo all’inquinamento nella Valle dell’Oliva e la sua ricaduta sulla popolazione locale. Concluderà Vincenzo Mazzuca Mari, responsabile medico dell’Health Center srl, che parlerà delle diagnosi e delle terapie per la prevenzione e il trattamento dell’intossicazione da metalli pesanti nell’uomo.

L’incontro, coordinato da Miriam Coccari - è promosso da Health Center srl di Cosenza e Legambiente Calabria, con il patrocinio del Comune di Amantea e del Consorzio di Bonifica Valle Lao.

Commenti