Temesa. Il comune di Amantea espropria terreni in località Casino Principessa per una nuova campagna di scavi

Uno scatto degli scavi - 1 luglio 2010
L’amministrazione comunale di Amantea ha deliberato l’esproprio di circa 10 mila metri quadrati di terreno di proprietà privata in località Principessa di Campora San Giovanni, nella zona in cui è stato scoperto un importante insediamento di carattere abitativo di età romana, per consentire uno scavo archeologico estensivo e la conseguente valorizzazione del complesso rinvenuto.
"L’esproprio dei terreni – spiega Michele Vadacchino, vicesindaco e assessore ai Beni Archeologici - è l’atto propedeutico di un più ampio progetto di indagine, valorizzazione e di fruizione del sito per il quale ci stiamo adoperando nel reperire adeguati finanziamenti. Nei prossimi PISR (Progetti Strategici Integrati di Sviluppo Regionale), come ci è stato comunicato dalla Soprintendenza per i Beni Archeologici, potrebbe trovare spazio lo stanziamento di 1 milione di euro per un inedito progetto organico e sistematico del sito, comprensivo di scavi, restauri, impianti di sicurezza e sistemazione dell’area per pubblica fruizione. Nell’ambito della proposta PISL Sistema Turistico Locale Antica Temesa, abbiamo invece previsto la somma di 300 mila euro per la creazione di un Parco Tematico e l’attivazione di laboratori di ricerca, documentazione e promozione multimediale e telematica che favoriscano la conoscenza e la riappropriazione della memoria storica come risorsa immateriale su cui costruire lo sviluppo socioeconomico locale".

Commenti