Ma che brutte Poste!

AIELLO - Da diversi anni, il già brutto edificio che ospita l'Ufficio Postale, su corso De Seta, non è un campione di eleganza. Nel giugno 2005 venne chiuso per una settimana per permettere alcuni lavori di adeguamento dei locali (rifacimento impianto elettrico secondo la normativa vigente, ma anche dipintura dei vani interni ecc.). In seguito, per come avevamo appreso, gli interventi di riqualificazione avrebbe dovuto proseguire sulla prospettiva esterna. Ma da allora - a parte qualche prova di dipintura, ancora visibile - tutto è rimasto fermo.
Così scrivevamo all'epoca: "Non sfugge a nessuno, dotato di un minimo di senso estetico, la poca grazia dell’edificio costruito una cinquantina di anni fa, e peggiorata negli anni da prove di restyling in attesa di un intervento definitivo. La scelta di un bel colore, forse, potrebbe rendere ora più armoniosa la struttura".
Non sarebbe ora di provvedere? E nel contempo, non potrebbe il Comune "pressare" Poste Italiane per migliorare l'aspetto ed il decoro della struttura?

Commenti

  1. Ma perché non lasciate Francesco Magli pitturare quei mura con qualche sua idea di artista. La gente così potrebbe ammirare e apprezzare le sue opere.

    RispondiElimina
  2. Guardando quei mura penso di essere a CUBA. Vergogna

    RispondiElimina

Posta un commento

Salve. Grazie per il commento.
Il curatore del Blog fa presente che non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori. I commenti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o contenenti dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy, verranno cancellati.