Fiume Oliva. Pugliano: “Presto la Bonifica”

Ad affermarlo l’assessore regionale all’ambiente Francesco Pugliano, che rispondendo ad un’interrogazione di Mimmo Talarico ha confermato in Consiglio regionale che saranno stanziati i fondi necessari ad avviare la bonifica del fiume Oliva, confermando quanto già riferito in un precedente incontro ai responsabili del Wwf di Amantea e del Comitato “Natale De Grazia”.
Segue Articolo di Paolo Orofino sul Quotidiano della Calabria del 24.07.2012, pag. 29

AMANTEA, 24 Lug. 2012 – Forse una buona notizia per Amantea e per l’intero comprensorio. Il consigliere regionale dell’Idv, Mimmo Talarico ha reso noto che la Regione nel giro di poco tempo reperirà le risorse per la bonifica della vasta area in cui scorre il fiume Oliva, in cui negli anni sono stati abusivamente interrati ingenti quantità di rifiuti nocivi. Talarico precedentemente aveva inoltrato un’interrogazione scritta all’assessorato regionale all’Ambiente. Ieri è arrivata la risposta direttamente dall’assessore regionale Pugliano. Speriamo, a questo punto, che alle rassicurazioni verbali, seguano presto i fatti. Da due anni si parla della bonifica dei siti inquinati nella vallata del fiume Oliva, con rimpalli di competenze intervallati da censurabili silenzi sulla gravissima questione per la salute pubblica di residenti 
e villeggianti. L’augurio è che questa volta, sia la volta buona. Da quando la procura di Paola ha scoperto le indiscriminate discariche di svariate specie di rifiuti nascoste nel sottosuolo della suddetta zona, l’allarme è salito. Il ministero dell’Ambiente però si è chiamato fuori, non essendoci prove circa la presenza di rifiuti radioattivi (sospetto ridimensionato dopo le verifiche dell’Ispra, come ha evidenziato lo stesso Pugliano), passando la patata bollente alla Regione.
“L’assessore Pugliano –ha dichiarato Mimmo Talarico – in consiglio regionale, ha rassicurato i cittadini che vivono nei comuni interessati dal sito inquinato nella vallata del fiume Oliva rispondendo alla mia interrogazione nella quale chiedevo quali ragioni avessero indotto il Dipartimento regionale alle Politiche dell’Ambiente ad escludere dal piano di bonifica le aree ricadenti nella vallata del fiume Oliva, nel Tirreno cosentino, e quali azioni si intendono avviare, nel breve periodo, per dare attuazione alla bonifica delle suddette aree. Pugliano in aula ci ha riferito che a breve saranno reperite le risorse necessarie per avviare la bonifica del sito ed ha escluso la presenza di elementi radioattivi.
Noi non vogliamo fare facili allarmismi ma neanche sottovalutare la portata del problema che esiste. Chiediamo dunque –haconcluso il consigliere dell’Idv – all’assessore di mantenere l’impegno che ha assunto nella sede ufficiale del consiglio regionale e che prevede la bonifica a breve del fiume Oliva e restituire la vallata ai suoi cittadini e ai comuni che hanno denunciato la presenza di migliaia di metri cubi di rifiuti, molto probabilmente tossici e nocivi”.

Commenti