La Rosa d'Ajello di Sergio Ruggiero entra nelle scuole bresciane

AMANTEA - La Rosa d'Ajello, il romanzo di Sergio Ruggiero, pubblicato già nel 2009 ed ora rieditato da Franco Mannarino Editore di Brescia, entra nelle scuole. Non solo per occasionali presentazioni, ma come testo di studio. Per ora, saranno gli studenti della terza A geometri di Chiari, in provincia di Brescia, e quelli della quinta classe dello stesso istituto che hanno letto il libro e che porteranno agli esami di Stato parti del romanzo. A proporre il libro agli studenti è stato Mauro Corradi, esperto storico già docente presso la facoltà di storia all'università di Brescia.
Come si ricorderà, La Rosa d'Ajello, romanzo medioevale, ambientato nell'Aiello del periodo angioino, è il secondo romanzo storico di Ruggiero che arriva dopo Tre croci a Pietramala, e che precede Il respiro del mare (Mannarino, 2011).
«Oltre i confini fra storia, romanzo, avventura: un fuoco mistico che pervade una trama avvincente e senza tempo». Questo il lusinghiero giudizio sul romanzo storico che porta la firma di Barbara Henry della Scuola Superiore di Studi Universitari e di Perfezionamento S. Anna di Pisa.
Continuano, dunque, le buone affermazioni delle opere letterarie di Ruggiero, e dell'editore Mannarino, che proprio di recente ha partecipato con soddisfazione al Buk di Modena, Festival della piccola e media editoria, nel cui stand hanno fatto bella mostra, i citati Il respiro del mare, La Rosa d'Ajello, e Il solco nella pietra di Ippolita Sicoli, anche lei cittadina nepetina.

Commenti