SOS Scoglio della Regina

Alla follia non c'è limite ! Abbiamo assistito a scempi di ogni genere nella nostra Calabria, ma pensavamo che alcuni luoghi fossero religiosamente risparmiati, come quello dello Scoglio della Regina che si trova nel comune di Acquappesa. Ebbene, sembra che per fermare un fenomeno erosivo,  che si sta mangiando tutta la spiaggia di Acquappesa e Guardia Piemontese, sia stata autorizzata una barriera di massi fra la spiaggia e lo stesso Scoglio. Le autorizzazioni, che ancora non abbiamo visto, sembrano che partano da una DIA concessa dall'assessorato all'ambiente e dei lavori pubblici della Regione Calabria, allo stesso comune di Acquappesa, alla capitaneria di Porto di Cetraro. Al momento non sappiamo se vi sia quella dell'assessorato all'ambiente della Provincia, mentre sappiamo per certo che manca quella del Parco Marino della Riviera dei Cedri nel quale ricade lo Scoglio della Regina. Quello che ci è apparso sotto gli occhi è qualcosa di terribile. Uno scoglio storico, simbolo della Calabria, del suo mare, delle sue spiagge, è stato violentato  da incompetenti e da devastatori che non amano assolutamente il bene comune. Come ambientalisti faremo una dura battaglia perchè i luoghi vengano ripristinati immediatamente e che quella orribile pista venga cancellata definitivamente. Intanto annunciamo un esposto alla Procura di Paola perché accerti la legittimità di tutta l'operazione.
Francesco CirilloCoordinatore del Movimento Ambientalista del Tirreno

Commenti