Registro Tumori. Richiesta l'istituzione per il Distretto sanitario di Amantea. Domani ordine del giorno in discussione al Consiglio di Amantea

Riceviamo e pubblichiamo
La Città di Amantea convive da troppi anni con i dubbi, ancora irrisolti, degli effetti che può avere sulla salute della popolazione residente, l’inquinamento del territorio legato soprattutto allo smaltimento illecito di rifiuti tossici nella vallata del fiume Oliva. Questione che è emersa in tutta la sua gravità a seguito dell’inchiesta giudiziaria condotta in questi ultimi otto anni dalla procura di Paola. La popolazione, in più di un’occasione e con forza, ha manifestato preoccupazione per l’elevato numero di malati di tumore nel nostro territorio, preoccupazione avanzata anche dai consulenti medici a cui la Procura si è rivolta, affidando loro il compito di condurre delle indagini sanitarie. E’ giunto pertanto il tempo di capire scientificamente se è vero che la nostra comunità, più di altre, sia colpita da malattie oncologiche e se le problematiche ambientali sopra richiamate influiscano sull’insorgenza di tali malattie. Per queste ragioni ritengo opportuno, in qualità di consigliere comunale interessato alle problematiche ambientali, che il prossimo Consiglio Comunale discuta un ordine del giorno con la richiesta, da indirizzare poi alle Autorità Sanitarie competenti, di istituire un Registro tumori di popolazione per il distretto sanitario di Amantea, oppure, se lo stesso è già istituito, che le stesse autorità mettano a disposizione della comunità i risultati. 
Il consiglio comunale si terrà domani 23 dicembre 2011 alle ore 17.30 in prima convocazione ed alle ore 18.30 in seconda convocazione. L’O.d.G. “Richiesta attivazione del registro tumori di popolazione del distretto sanitario di Amantea” sarà discusso al punto numero nove dei dodici previsti.
Il consigliere Delegato
Dott. Pasquale Ruggiero

Segue Ordine del giorno


Al Presidente della Giunta Regionale
Della Regione Calabria
Dott. Giuseppe Scopelliti
Nella sua qualità di
 Commissario ad Acta  Per la Sanità

Al Direttore Generale dell’ASP di Cosenza

Al Direttore del dipartimento di Prevenzione dell’ASP di Cosenza

Al Direttore del Distretto Sanitario di Amantea


ORDINE DEL GIORNO DEL CONSIGLIO COMUNALE DI AMANTEA

PREMESSO

- Che da recenti indagini condotte dalla Procura della Repubblica di Paola è emerso che sul territorio del comune di Amantea e su quello di alcuni comuni contermini sono stati illegalmente smaltiti rifiuti, anche tossici;

- Che nel corso delle citate indagini, la stessa procura ha nominato quale CTU il dott. Giacomo Brancati - dirigente del Dipartimento Tutela Salute e Politiche Sanitarie Regione Calabria - e che nella lettera di incarico veniva formulato il seguente quesito: “voglia riferire con la massima cortese urgenza le statistiche riportate all’attualità (raffrontate ai dati di altre parti della Regione Calabria ed a livello nazionale), non solo in riferimento alla mortalità e morbilità per linfomi ma anche per altre forme tumorali e per malattie non tumorali del sangue e degli organi emopoietici e/o per altre malattie eventualmente riscontrate, specificamente nei seguenti territori comunali: Amantea, San Pietro in Amantea, Serra d’Aiello. Aiello Calabro, Lago, Cleto, Malito, Domanico e Grimaldi. Riferisca in particolare se possano esistere connessioni tra quanto registrato e gli inquinanti ambientali presenti nel suolo e nelle acque e in atmosfera in ambito del bacino fluviale del fiume Oliva.”

- Che il consulente tecnico interpellato dalla Procura, riportando tutti i dati delle analisi chimiche e fisiche effettuate dai diversi Enti che hanno collaborato nelle indagini, ha effettuato una importante valutazione di riskassessment preliminare oltre ad effettuare le misure epidemiologiche, in termini di rischio relativo ed odds ratio, per la popolazione residente ha così concluso le sue considerazioni finali: “con l’attuale disponibilità di informazioni in possesso dello scrivente si può senz’altro confermare l’esistenza di un eccesso statisticamente significativo di mortalità nell’area nel distretto sanitario di Amantea rispetto al restante territorio regionale, dal 1992 al 2001, in particolare nei comuni di Serra d’Aiello, Amantea, Cleto e Malito. A tale proposito è importante tenere presente che:
1.     l’eccesso di mortalità nel comune di Serra d’Aiello è poco specifico, anche se diverse evidenze fanno propendere per un eccesso di mortalità per tumori maligni, in particolare del colon, del retto, del fegato, degli organi genito-urinari e della mammella;
2.     l’eccesso di mortalità nel comune di Amantea riguarda i tumori maligni del colon;
3.     l’eccesso di mortalità nel comune di Cleto riguarda le malattie dell’apparato cardiovascolare;
4.     l’eccesso di mortalità nel comune di Malito riguarda i tumori maligni del colon”;

- Che l’art. 8 del DDL n. 1249 approvato dal Senato 12 dicembre 2007 prevede, come individuati dal Piano sanitario nazionale e dai Piani sanitari regionali, l’istituzione dei registri di patologia riferiti a malattie di rilevante interesse sanitario, registri nominativi delle cause di morte e registri dei soggetti sottoposti a procedure sanitarie di particolare complessità al fine di acquisire la conoscenza dei rischi per la salute e di consentire la programmazione nazionale e regionale degli interventi sanitari volti alla tutela della collettività dai medesimi rischi;

- Che la Giunta Regionale nella seduta del 25 marzo 2010 ha approvato un “Progetto per la realizzazione del registro tumori di popolazione della Regione Calabria” attivando tre registri tumori, quello di Cosenza-Crotone, di Catanzaro-Vibo Valentia e quello di Reggio Calabria;

CONSIDERATO

- Che questa assise comunale fa proprie le preoccupazioni della comunità che amministra in relazione alla assoluta necessità di avere dati ed informazioni scientifiche certificate dal Sistema Sanitario Nazionale, tali da confortare una corretta informazione socio-sanitaria, per la qualità della vita, per una corretta azione di prevenzione e cura;
-          
- Che le preoccupazioni espresse sono frutto del risultato di analisi condotte sul territorio dall’ARPACAL e dall’ISPRA, ARPA di altre regioni, Vigili del Fuoco, NOE (Carabinieri) e consulenti della Procura di Paola per cui è necessario avere contezza degli effetti sulla salute dell’uomo degli inquinanti certificati;


CHIEDE

Alle autorità in indirizzo di conoscere lo stato di attuazione del Progetto per la realizzazione del registro tumori di popolazione della Regione Calabria,

Di conoscere i dati statistici e l’incidenza delle malattie tumorali sulla popolazione residente nel comune di Amantea, con particolare riguardo alle aree adiacenti il bacino idrografico del fiume Oliva e sulla popolazione residente nei comuni compresi nel distretto sanitario di Amantea;

Di avviare, qualora ancora non sia stato fatto, uno studio epidemiologico sulle aree descritte nel punto precedente e di rendere operativo il Registro tumori per la popolazione che risiede nei comuni  compresi nel distretto sanitario di Amantea, così da poter individuare eventuali specifiche esposizioni e fattori di rischio.

In attesa di riscontri si porgono distinti saluti.

Amantea lì, 

Commenti