Aiello. Archiviate le manifestazioni estive 2011

Dal sito web del Comune di Aiello Calabro (in coda le ns foto delle serate)
AIELLO CALABRO - Una nicchia di pietra scavata sul paesaggio di Aiello Calabro, faceva da cornice alla nutrita collettiva di eventi dell'estate aiellese 2011. "Un'estate insieme", quindi, ideata dall'Amministrazione Comunale a marchio Iacucci, patrocinata dal sempre vicino e disponibile ente Provincia, con la collaborazione di alcune associazioni del territorio, ha cavalcato una stagione regalando ricche e varie iniziative. Dopo una grande apertura iniziale, curata dal gruppo Ultras Ajello 1997, sempre attivo, organizzato e determinato che anche quest'anno ha acceso i fari sul caso Bergamini trasferendolo sui media nazionali con le telecamere proprio da una Piazza Plebiscito in rossoblù, omaggi all'unità d'Italia,con "Tirate al petto!" del professore Sole, spazi artistici e culturali con due mostre l'una con il grande tema dell'emigrazione, l'altra con le ceramiche dell'artista Civitelli allestita nel sontuoso cinquecentesco palazzo Cybo Malaspina e con l'interessante disquisizione su Cristoforo Colombo, sui legami con Aiello Calabro e con il Papa Cybo.
Teatro, musica e spettacolo non sono mancati, come anche momenti di tradizione e riscoperta di scorci di quello che resta sempre uno dei borghi più belli del cosentino, come l'evento "Praca in festa", dove il gusto della gastronomia locale, della convivialità incorniciata da un passato materializzatosi in una mostra fotografica di antichi scatti e di allestimenti di mestieri di un tempo, hanno trovato mai più giusto scopo sfociando in una beneficenza per il reparto di oncologia pediatrica dell'Ospedale Civile di Cosenza. La tappa del Peperoncino Jazz Festival con il maestro mondiale Irio de Paula, accompagnato ad Aiello dal figlio Robertinho, i Negroni Quartet che hanno omaggiato Stevie Wonder, la poesia di De Andrè con i magistrali Controritmo, Notredame de Paris. Il musical su San Francesco d'Assisi, la locale pièce teatrale locale ed in vernacolo dei dilettanti e divertenti attori aiellesi, il risalto dei vini con la prima edizione di "Per..Bacco" e della serata a cura dell'Avis. Semplicità e genuinità nella assai partecipata briscolata notturna lungo la via principale del paese,nelle canzoni di Ferragosto ricordando chi non c'è più, nell'allegria di contrada ad Acquafredda e nella serata di moda "Aiello Veste Vintage", giunta alla seconda edizione, a cura delle giovani ragazze aiellesi e che ha avuto un picco di presenze inaspettato. Sport, con i tornei di calcio per grandi e piccoli, divertimento fuori porta all'acquapark Odissea 2000 per i giovanissimi.
Grande soddisfazione, per essere riusciti a far sventolare un ventaglio vario e multicolore, nonostante la triste situazione economica con cui piccoli comuni come Aiello Calabro si interfacciano sempre di più. Ma qui, sulla collina aiellese, la fantasia e la voglia di fare riescono a prendere il sopravvento remando controcorrente, sfidando le difficoltà rendendole prezioso frutto grazie alle risorse umane presenti e determinate, motivo di orgoglio e fierezza per tutto il territorio.



Galleria fotografiche

Commenti