Aiello si ammalia di Jazz con il duo De Paula

Nota stampa
AIELLO CALABRO – Per il secondo anno consecutivo, l’originale carovana del Peperoncino Jazz Festival ha fatto tappa nell’entroterra cosentino, portando con sé l’ineguagliabile qualità di un genere musicale forse tra i più elaborati, affascinanti, avvolgenti, il jazz, affinché possa colorare i borghi antichi e suggestivi della terra di Calabria. Irio e Robertinho de Paula, ed il loro sound brasiliano, hanno accarezzato una piazza del Popolo gremita e straripante di un pubblico proveniente da tutto il circondario, regalando uno spettacolo fluido, scorrevole, piacevolmente inebriante di ritmi scanditi da solo due chitarre.
Un duo, quello di padre e figlio, ricolmo di sintonia, di reciproci sguardi l’un l’altro, dove anche quell’improvvisazione che solo il jazz può avere è stata la padrona della serata. Pezzi in assolo e duetti si sono incastrati fino ad arrivare ad una standing ovation che ha quasi costretto i due artisti ad una chiusura di grandissimo livello, dove la palese trasparenza di note malinconiche ha donato un epilogo ammaliante all’esibizione. Grande silenzio e compostezza, nonostante le numerosissime presenze in piazza, hanno accompagnato ed incorniciato la serata, conclusasi poi con la degustazione di vini offerte da dodici cantine che, proprio come fossero boutique, hanno attirato numerosi degustatori. Una commistione, quella tra il nettare di Bacco e le note dei de Paula, che sembra aver trovato naturale culla, ormai, ad Aiello Calabro. “L’amministrazione comunale – ha commentato il sindaco Iacucci all’apertura della serata – è semplicemente entusiasta di far ancora parte del percorso del Peperoncino Jazz Festival, nonostante gli sforzi che la stessa compie per poterci essere. Ma questo – continua il primo cittadino – è uno di quegli investimenti in qualità che poi non trova che risposta più lampante e soddisfacente nella presenza nutrita e calorosa di molti, intenditori e non, che hanno una possibilità importante e di rilievo nell’avere incontri diretti con musica e maestri di altissimo livello nazionale ed internazionale”.
Prossimo appuntamento, sempre nella culla di piazza del Popolo il 19 agosto. Il jazz sarà di casa con i Negroni Quartet, che suoneranno un intero tributo al grande Stevie Wonder.

Commenti