Aiello, AdP interroga il sindaco sui rifiuti ingombranti


AIELLO CALABRO – Alleanza di Progresso per Aiello interroga il sindaco Iacucci sui rifiuti ingombranti. «Da mesi ormai non viene effettuata regolarmente nelle frazioni la raccolta dei rifiuti ingombranti – scrive il gruppo consiliare di opposizione nel documento inviato al palazzo municipale -, cosa che viene lamentata da molti concittadini. Come conseguenza i rifiuti ingombranti vengono depositati in adiacenza dei cassonetti per la raccolta della spazzatura, determinando una condizione indecorosa oltre che precaria dal punto di vista igienico sanitario. I cassonetti, trovandosi in vicinanza delle abitazioni – evidenzia AdP - sono raggiungibili anche dai bambini, che potrebbero farsi male ed infettarsi per via dei rifiuti ingombranti ivi depositati».
«Quali urgenti provvedimenti – chiedono i consiglieri al sindaco - intende prendere a riguardo in modo da eliminare i rifiuti ingombranti dalle aree non idonee in cui si trovano depositati, se intende instaurare un servizio porta a porta di raccolta dei rifiuti ingombranti in modo da smaltirli poi secondo le norme previste dalla legge, se è stata esaminata la proposta redatta dal gruppo interrogante di dare vita all’interno del nostro Comune di un’isola ecologica, se ha provveduto nel frattempo a contattare una ditta specializzata in questo settore, il motivo per cui l’ente non provvede alla raccolta dei rifiuti ingombranti lasciando che questi vengano depositati ai lati dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti solidi urbani».
Sulla questione, tuttavia, il comune aveva già emanato una ordinanza (n° 30/2011 del 20 luglio scorso) con la quale, al fine di porre rimedio allo smaltimento di tali rifiuti, era stata individuata la ditta Tirreno Servizi di Amantea, per posizionare un cassone (nella foto in alto. posizionato in località Pizzone, ndb), «come punto di raccolta, per consentire  al personale  comunale di poter caricare i suddetti rifiuti e successivamente  trasportarli  in discarica».
Una operazione utile al decoro ambientale che però, per la presenza diffusa sul territorio di altri rifiuti, sarà necessario replicare.

Commenti