Aiello. Manifesti funebri sui cassonetti dei rifiuti, AdP chiede al sindaco una ordinanza che vieti questa pratica

AIELLO CALABRO – Gli annunci dei poveri estinti sui cassonetti della spazzatura. Una consuetudine, purtroppo, oramai consolidata e tollerata. Ma se qualcuno ha un po’ l’occhio incline al decoro urbano, che ha senso estetico, e più ancora senso civico, giudicherà la prassi alquanto sgradevole.
Su questo aspetto particolarmente delicato è intervenuto il gruppo consiliare di Alleanza di Progresso per Aiello che, tra le ultime interrogazioni e proposte indirizzate alla locale Amministrazione, chiede una apposita ordinanza sindacale «che vieti tali comportamenti».
«Considerata la necessità di contemperare le esigenze dei cittadini e degli operatori delle agenzie funebri con il decoro e l’ordine dei centri abitati – riferisce AdP -, il gruppo scrivente propone l’installazione, nelle zone sprovviste, nel centro urbano e nelle principali frazioni del paese, di tabelloni funerari al fine di rendere adeguatamente noti tali eventi».
Sempre in tema, per così dire, di servizi funebri, Alleanza di Progresso chiede inoltre al comune guidato dal sindaco Iacucci - dal momento che «il cimitero comunale è sprovvisto dei bagni pubblici necessari a garantire un servizio ai tanti visitatori che quotidianamente affollano il posto» - «che vengano programmate nella prossima previsione di bilancio le risorse finanziarie per la realizzazione di bagni all’interno del cimitero comunale fruibili per i visitatori».

Commenti