Aiello Calabro. Le scuole adottano il bosco

Comunicato Corpo Forestale dello Stato

Le scuole che in provincia di Cosenza hanno già aderito al Progetto di Educazione Ambientale “La Scuola adotta il Bosco”. 


Le scuole che per il 2011 hanno aderito al progetto in provincia di Cosenza sono: 

  • Scuola Primaria B. Telesio Spezzano Sila– bosco in località Ventulìlla;  
  • Scuola Media Camigliatello Silano– bosco in località Fiuggi; 
  • Scuola di 1° grado Casole Bruzio – bosco in località Verticelli; 
  • Scuola Primaria Dipignano – boschetto in località Riforma; 
  • Scuola Primaria VII° Circolo Cosenza – giardino scolastico; 
  • Scuola di 1° grado Paterno Calabro– bosco in località San Marco; 
  • Scuola Primaria Marano Principato – bosco in località Piano delle Quarte; 
  • Scuola Primaria Taverna di Montalto Uff. - bosco demaniale; 
  • Scuola Primaria V° Circolo Cosenza – giardino scolastico; 
  • Ist. Compr. Morano Calabro – bosco demaniale; 
  • Ist. Compr. Aiello Calabro - bosco demaniale.
Le classi, in collaborazione con gli Agenti del Corpo Forestale, hanno scelto autonomamente di adottare un bosco, ne studieranno la storia, le caratteristiche ed impareranno ad averne cura ad esempio creando dei cartelloni, ma anche con cose più impegnative, come ad esempio per la scuola di Paterno Cal. che proverà a seguire anche la nascita di un nuovo “bosco” (una piccola area comunale da rimboschire). Si tratta di un protocollo d’intesa tra il Corpo forestale dello Stato ed il Ministero dell'Istruzione, che mira a sensibilizzare gli studenti sulle tematiche ambientali e sull'importanza delle foreste ed il patrimonio ambientale. E' un'iniziativa nazionale di educazione ambientale rivolta agli studenti della scuola primaria e secondaria che nel corso del 2011, Anno Internazionale delle Foreste, vedrà il personale del Corpo forestale dello Stato collaborare con gli insegnanti aderenti al progetto per portare avanti attività di educazione ambientale. "La scuola adotta il bosco" ha l'obiettivo di legare i ragazzi al proprio territorio attraverso la conoscenza degli alberi e delle molte funzioni a cui le foreste assolvono e incentivare le attività a diretto contatto con la natura in alternativa a quelle tra le mura domestiche dove sempre più spesso i giovani si vedono rinchiusi nel poco stimolante mondo mediatico e virtuale. Sarà una vera e propria esperienza di "attività sul campo" in cui tutti potranno utilizzare le conoscenze e le capacità acquisite, in situazioni reali eventualmente segnalando anche possibili illeciti ambientali al numero di emergenza 1515. Il protocollo d'intesa, della durata triennale, ha anche l'intento di invitare gli studenti a produrre degli elaborati artistici, letterari o di altra natura che rappresentino il bosco adottato, le sue funzioni e le minacce al suo equilibrio. Gli elaborati ricevuti dall’Ufficio Territoriale per la Biodiversità del Corpo forestale dello Stato saranno mostrati negli spazi espositivi e i migliori saranno premiati con campo scuola presso il Centro di Educazione Ambientale del Corpo forestale dello Stato di Castel Fusano. Le scolaresche vincitrici partiranno per una "settimana verde" e visiteranno una Riserva Naturale Statale gestita dal CFS.

Commenti