Lago, il secolo della chiesetta dedicata a San Francesco d'Assisi

LAGO – La chiesetta di contrada Versaggi (o Vasci), intitolata a San Francesco di Assisi, ha compiuto un secolo. Era il 12 marzo del 1911, infatti, quando «per la devozione degli abitanti di quella contrada – scrive lo storico Sergio Chiatto in una pubblicazione del 1992 sui luoghi di culto della cittadina – e, particolarmente, del Signor Gaetano Bossio fu Raffaele che, con atto datato 12 marzo 1911, donò, allo scopo, il suolo sul quale insiste la costruzione».
Proprio in occasione di questa importante ricorrenza per la frazione di Lago, si è tenuta una cerimonia commemorativa officiata dal parroco don Alfonso Patrone, che ha coinvolto tutti i residenti.
«Questa chiesa – ha riferito Ottorino Mazzotta componente del gruppo dei devoti a San Francesco – è segno di una fede  che non  si estranea dalla storia, ma che incide nella storia della contrada: diventa seme fruttuoso nella vita delle persone, delle famiglie, della comunità. I cento anni della storia della chiesa – ha aggiunto - sono, quindi, anche i cento anni della storia della nostra contrada. Nella piccola chiesetta, vita  umana e vita religiosa si sono incontrate, cultura e spiritualità si sono arricchite, la fede è stata  una componente fondamentale della gente di questa contrada. Festeggiare i cento anni di questa chiesa – ha concluso Mazzotta - significa ricordare che essa è casa di preghiera, e di amore fraterno».
Nel corso della cerimonia, è stata pure riconsegnata alla comunità la statua del santo di Assisi, anch’essa centenaria, restaurata grazie al finanziamento di Sonnino Bruni, «a cui va il ringraziamento del gruppo San Francesco d’Assisi e di tutta la contrada di Vasci».

Commenti