Musei in Rete. Il nuovo progetto della provincia di Cosenza per la valorizzazione dei Beni Culturali. Le schede dei comuni del Comprensorio

Comunicato 
Il museo di Aiello C.
Parte Musei in Rete il vasto ed articolato progetto, fruibile on line, che ha realizzato una ricognizione di tutti i musei presenti sul territorio provinciale e ne ha effettuato il censimento per categoria con l’obiettivo di attuare una serie di azioni di promozione e valorizzazione dei beni culturali.
Musei in Rete della Provincia di Cosenza è stata presentato nel pomeriggio dal Presidente Mario Oliverio e dall’assessore alla Cultura e Valorizzazione dei Beni Culturali Maria Francesca Corigliano e dettagliato nei contenuti dalla curatrice Anna Cipparrone, Storico dell’Arte, e da Gianfranco Straface che del progetto è referente informatico.
Interventi nel corso della manifestazione che ha contato una ampissima partecipazione, sono venuti dall’Assessore regionale alla Cultura Mario Caligiuri, da Silvana Luppino della Soprintendenza ai Beni Archeologici della Calabria, dal dirigente del settore Programmazione della Provincia Giovanni Soda.

Mosso da un’idea innovativa, sostenibile nel lungo periodo, di promozione e valorizzazione dei beni culturali, il progetto è nato dal desiderio di conoscere il grande patrimonio museale, storico-artistico, archeologico e culturale del territorio per valorizzarlo, comunicarlo, aprirlo alla fruizione sociale, proiettarlo in una dimensione turistica nuova e costituisce l’avvio del progetto di Il progetto di Sistema Museale della Provincia di Cosenza, connotato da un’azione sistematica, integrata e coordinata di potenziamento delle singole esperienze e di promozione unitaria del territorio.
Si tratta della prima rete museale strutturata con contenuti sui musei e sul patrimonio storico-artistico di ogni Comune ed è, soprattutto, la prima rete museale che dà voce e visibilità a tutte le realtà di un territorio vasto, diversificato e complesso e che dà avvio ad un’azione sistematica, integrata e coordinata di potenziamento delle singole esperienze e di promozione unitaria del territorio.
Il progetto è supportato da una piattaforma informatica integrata nel sito istituzionale della Provincia che permette facilità di accesso alle informazioni, anche multimediali. con possibilità di integrarle.
“ Il patrimonio dei beni culturali- ha detto il Presidente Oliverio- una risorsa fondamentale, non ripetibile in altre realtà, che assomma non solo arte, storia ma identità. Investire su di essa significa trovare la via dello sviluppo. Mettere a valore i beni e le attività culturali, significa non solo evidenziare una componente fondamentale della nostra identità, ma anche individuare un vantaggio comparato per aumentare l’attrattività del territorio, rafforzare la coesione sociale, migliorare la qualità della vita delle nostre comunità.”
Come spiegato nel corso della presentazione- il progetto, inoltre, fa leva sul ruolo della Provincia di Cosenza come soggetto coordinatore delle politiche culturali e si pone come riferimento per le azioni dei Comuni e degli altri organismi che, a vario titolo, operano nel campo della valorizzazione e della promozione del patrimonio di beni ed esperienze di cui il territorio è ricco.
Il progetto di Sistema Museale
Il progetto di Sistema Museale prende le mosse dall’attenzione che la Provincia di Cosenza manifesta nei confronti del patrimonio culturale dei 155 comuni che ne costituiscono il territorio promuovendone la conoscenza, la valorizzazione e la promozione sia nei termini dell’identità culturale dei cittadini sia in quelli di una moderna vision turistica.
Esso è nato, difatti, con il precipuo intento di realizzare una ricognizione di tutti i musei -grandi, piccoli, pubblici, privati e vescovili- presenti sul territorio provinciale al fine di censirli per categoria attuando, per essi, una serie di azioni di valorizzazione e potenziamento, di cui la Rete Museale costituisce il primo importante traguardo.
Il progetto mira, inoltre, alla più completa ricognizione -work in progress in costante aggiornamento- e allo studio scientifico, di tutte le realtà storico-artistiche ed archeologiche che insistono sul vasto territorio provinciale (castelli e torri, chiese e santuari, siti archeologici, palazzi gentilizi e monumenti civili, personalità religiose ed artistiche e singole opere d’arte) ponendosi in prima fila nell’attività di diffusione dei contenuti di questo ingente patrimonio alle scuole, ai cittadini, agli studiosi, ai turisti e ai visitatori del web.
Il Sistema Museale della Provincia di Cosenza, articolato in più fasi di cui, la prima e la seconda sono state rispettivamente la ricognizione dei musei e dei beni culturali e la realizzazione delle Rete Museale, intende consolidare le collezioni d’arte e artigianato presenti nei singoli comuni sistematizzando una serie di interventi volti al conseguimento delle principali norme museali e garantendo una più consapevole conoscenza e diffusione dei contenuti.
Il progetto promuove, inoltre, l’esistenza di un luogo fisico in posizione centrale- il complesso monastico di Santa Chiara a Cosenza, quale palazzo della cultura nonché “cabina di regia/osservatorio” sul patrimonio culturale della provincia- da cui si avvieranno studi scientifici, interventi di miglioria sui centri storici, convegni, attività di valorizzazione e promozione sui Beni del territorio, attività informative, artistiche, creative, produttive, didattiche e ludiche attraverso corsi di formazione, di aggiornamento e tramite esposizioni temporanee tematiche che consentiranno anche alle collezioni periferiche di emergere.
Il Sistema museale intende, inoltre, alimentare la cooperazione tra i Comuni, agevolare le partnership pubblico-privato, migliorare e potenziare la mobilità dei turisti e dei cittadini sul territorio e rafforzare il senso di identità storica dei calabresi e la loro immagine all’esterno nonché le effettive possibilità di lavoro nel proprio territorio.
Le fasi in cui è strutturato il Progetto di Sistema Museale hanno avuto inizio con la ricognizione in loco di tutti i musei e dei beni culturali del territorio e, in seguito, con la realizzazione del portale di Rete Museale quale importante data base sul patrimonio della provincia di Cosenza, con la sua ingente mole di dati in grado di dialogare, grazie ad un’ingegnerizzazione qualificata.
La Rete Museale consente un’immediata e omogenea conoscenza e fruizione dei musei e del patrimonio storico-artistico e archeologico dei 155 comuni attraverso il web. Esso consente, inoltre, di rintracciare molteplici informazioni e notizie di tutte le opere presenti nei musei e nei comuni con la relativa descrizione, didascalia e georeferenzazione.
Il portale è anche una piattaforma interattiva che consente agli utenti di registrarsi e ricevere news e aggiornamenti, ai Comuni di suggerire eventi relativi al proprio territorio, agli studenti e agli studiosi di inserire ricerche scientifiche e approfondimenti sugli elementi del patrimonio culturale della provincia di Cosenza e altro ancora.
Le fasi successive volgeranno nelle seguenti direzioni:
a) DIDATTICA
b)POTENZIAMENTO DELLE STRUTTURE E DELLE FIGURE PROFESSIONALI DEI COMUNI
c) TURISTICA
La prima fase da avviare consentirà di rafforzare, in primis, l’interesse dei docenti della rete scolastica provinciale verso il patrimonio museale e culturale della provincia di Cosenza con la diffusione di materiale didattico appositamente realizzato e, inoltre, consentirà una maggiore circolazione dei giovani delle scuole nei 155 comuni del territorio con la realizzazione di itinerari tematici, laboratori didattici e approfondimenti.
La seconda fase, invece, sottenderà l’obiettivo di offrire ai musei del territorio provinciale la possibilità di dotarsi di apposito materiale informativo (realizzazione di brochure, pannelli didattici, didascalie delle opere), di un catalogo delle opere e di figure professionali appartenenti ai singoli comuni che, formate appositamente per i musei e per i comuni, ne costituiscano il sistema educativo effettuando anche la catalogazione delle opere.
La terza fase prevede la realizzazione dell’ArteCard -carta servizi/convenzioni-, la diffusione capillare del materiale informativo sull’offerta culturale del territorio provinciale nelle stazioni ferroviarie, negli aeroporti e nelle agenzie di viaggio; la realizzazione di un tavolo interattivo contenente l’offerta culturale della provincia di Cosenza, da collocare in un luogo cardine per il turista in entrata e altre interessanti attività di promozione.


SCHEDA MUSEO DI AIELLO CALABRO (IN ALLESTIMENTO)
SCHEDA COMUNE DI AMANTEA
SCHEDA COMUNE DI BELMONTE
SCHEDA COMUNE DI GRIMALDI
SCHEDA COMUNE DI SERRA D'AIELLO

COMMENTO DELLA REDAZIONE
Plaudiamo al progetto della provincia di Cosenza relativo alla rete museale. Tuttavia, abbiamo riscontrato, nella scheda del comune di Aiello, alcune evidenti imprecisioni che certamente i curatori sapranno individuare e correggere.
In relazione al museo civico, attualmente in allestimento, dalla Amministrazione locale gradiremmo conoscere, se è possibile, quando è prevista l'apertura e la fruizione pubblica.
Grazie in anticipo della risposta che non tarderà ad arrivare.
Buon lavoro.
Redazione Blog di Aiello Calabro

Commenti

  1. Plaudiamo alla bontà del progetto. Tuttavia, dobbiamo rilevare che, per quanto riguarda la scheda del comune di Aiello Calabro (storia e aspetti artistici e culturali - http://www.provincia.cs.it/retemuseale/index.php?option=com_content&view=article&id=59&Itemid=79), vi sono alcune evidenti imprecisioni che certamente saprete individuare.

    RispondiElimina
  2. Redazione Blog7 febbraio 2011 10:57

    Plaudiamo alla bontà del progetto. Tuttavia, dobbiamo rilevare che, per quanto riguarda la scheda del comune di Aiello Calabro (storia e aspetti artistici e culturali - http://www.provincia.cs.it/retemuseale/index.php?option=com_content&view=article&id=59&Itemid=79), vi sono alcune evidenti imprecisioni che certamente saprete individuare.

    RispondiElimina
  3. Plaudiamo alla bontà del progetto. Tuttavia, dobbiamo rilevare che, per quanto riguarda la scheda del comune di Aiello Calabro (storia e aspetti artistici e culturali - http://www.provincia.cs.it/retemuseale/index.php?option=com_content&view=article&id=59&Itemid=79), vi sono alcune evidenti imprecisioni che certamente saprete individuare.

    RispondiElimina
  4. BIT 2011, la provincia di Cs presente16 febbraio 2011 17:18

    LA PROVINCIA DI COSENZA DA GIOVEDÌ 17 FINO A DOMENICA 20 FEBBRAIO PARTECIPA ALLA BORSA INTERNAZIONALE DEL TURISMO DI MILANO
    L'importante vetrina sarà utile per lanciare su scala internazionale l'offerta turistica nostrana

    Anche quest’anno la Provincia di Cosenza parteciperà, da domani giovedì 17 fino a domenica 20 febbraio 2011, alla BIT di Milano, Borsa Internazionale del Turismo, la più grande esposizione dell’offerta turistica italiana e tra le primissime fiere di riferimento per l’industria turistica mondiale, con una rassegna completa della migliore offerta internazionale. Un appuntamento annuale molto atteso da operatori del settore e dall’appassionato pubblico dei viaggiatori per conoscere in anteprima tutto il panorama delle destinazioni turistiche di tutto il mondo.
    La partecipazione dell’Ente a questa importante kermesse rappresenta un’occasione importante per la valorizzazione del territorio provinciale e per la sua promozione in un contesto globale, spendibile per determinare un maggiore flusso turistico nelle nostre zone. In fiera sarà esposto, infatti, materiale di informazione turistica dei tanti paesi della provincia e delle strutture ricettive, una vetrina nella quale sarà messa in risalto, soprattutto, la produzione turistico-culturale del territorio, anche attraverso la proiezione di video. Un'utile opportunità, dunque, che consente la valorizzazione e la promozione su scala internazionale dell’offerta turistica, la quale se funge da polo di attrazione può fare la differenza, mettendo in moto un’economia sonnacchiosa e asfittica. Si tratta, evidentemente, di compiere ogni sforzo necessario per conseguire l'obiettivo della intercettazione della domanda attraverso elementi attrattivi diretti al popolo dei viaggiatori. Inoltre in fiera, presso l’apposito stand, sarà assicurata ogni utile richiesta da parte del turista e degli operatori e sarà reso disponibile materiale di promozione del territorio come pubblicazioni, depliant, brochure che forniscono indicazioni turistiche e non solo, sulla ricettività, sulle opportunità di soggiorno, sui differenti percorsi. Lo spazio espositivo della Provincia di Cosenza, che negli scorsi anni è stato tra i più visitati in assoluto di tutta la manifestazione, ha sempre ricevuto attestazioni dagli operatori del settore, turisti, membri di altre istituzioni, per la presenza ed il supporto fornito nella più qualificata vetrina internazionale dedicata al turismo. “Dare visibilità e porre all’attenzione del mondo intero il nostro territorio è doveroso per favorire una promozione quanto più ampia possibile dell’offerta e nostro precipuo obiettivo -ha detto l’Assessore al Turismo, Sport e Spettacolo Pietro Lecce- è quello di stimolare a venire nei nostri luoghi sempre più visitatori da tutto il pianeta. La fiera ci dà la possibilità di indicare ai visitatori tutte le opportunità della provincia che conta una diversità culturale, paesaggistica, architettonico-monumentale, storica, naturalistica di eccezionale valore, arricchita dalla presenza delle minoranze arbereshe e occitana, che rappresenta un valore aggiunto”.

    RispondiElimina

Posta un commento

Salve. Grazie per il commento.
Il curatore del Blog fa presente che non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori. I commenti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o contenenti dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy, verranno cancellati.