XIII Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico. Dal 18 al 21 Novembre, a Paestum, ci sarà anche la Provincia di Cosenza

Dopo aver vinto il premio per il miglior allestimento di stand alla sua prima partecipazione, lo scorso anno, la Provincia di Cosenza rinnova la sua presenza allaBorsa Mediterranea del Turismo Archeologico in programma a Paestum dal 18 al 21 Novembre prossimi.
Seminari tematici, la presentazione del volume “Sibari: Storia mitica e miti storici” del professore Giovanni Sole dell’Università della Calabria, nell’ambito di Archeo Incontri, prodotti multimediali tra i quali “Viaggio archeologico nella provincia di Cosenza”, realizzato dalla Dekla Comunicazione che cura la partecipazione alla Borsa di Paestum, sono alcune fra le proposte della Provincia di Cosenza, come illustrato in dettaglio nel corso di una conferenza stampa tenuta nella Sala degli Stemmi della sede dell’Amministrazione.
“Nel 2010 abbiamo riscontrato un aumento di visitatori nelle nostre aree archeologiche. Molti turisti sono venuti a conoscenza dei siti lo scorso anno a Paestum – ha spiegato l’Assessore alla Cultura e Valorizzazione dei Beni Culturali Maria Francesca Corigliano -. Forti di questo successo abbiamo deciso di tornare alla Borsa con un’offerta ancora più ricca”.
“Nel 2009 – ha proseguito – il nostro stand è stato visitato da oltre duemila persone; le centinaia di pubblicazioni che abbiamo distribuito non sono riuscite a coprire le richieste. Grande attenzione abbiamo anche registrato nei confronti delle minoranze linguistiche”.
“ In linea con la volontà del Presidente Oliverio continuiamo a scegliere di investire in cultura. In questa direzione va il nostro impegno nelle campagne di scavi di Broglio e di Amantea, per il Museo Archeologico di Serra D’Aiello, il sostegno alla pubblicazione sul Parco Archeologico Lagaria di Francavilla Marittima. In un momento difficile per la cultura in Italia, l’Amministrazione Provinciale di Cosenza è convinta che dalla collaborazione nascano grandi cose. Fondamentale, a riguardo della partecipazione alla Borsa del Turismo Archeologico, è stata la rete di associazioni ed esperti che hanno dato un importante apporto di idee e contenuti” ha in seguito aggiunto l’Assessore Corigliano che ha rivolto il proprio ringraziamento agli studiosi protagonisti dei seminari tematici, al Soprintendente Fabio De Chirico, relatore per la presentazione del volume del professor Sole, al Parco della Sila ed al Parco del Pollino, nonché ai numerosi Comuni che hanno fornito il loro contributo.
Una anteprima sull’interessante incontro di Venerdì 19 Novembre nella Sala Diana del centro fieristico Ariston di Paestum è stato quindi fornita dal professor Sole, che ha illustrato in sintesi le tematiche affrontate in “Sibari: storia mitica e miti storici”.
“Nel libro ci sono riflessioni ed una serie di domande su una città di 2500 anni fa la cui stessa idea storica è cambiata nel corso del tempo” ha detto il docente Unical.
“I beni culturali devono essere non solo fruibili ma anche vendibili”, la considerazione del professore Fabrizio Mollo, dell’Università di Messina, che ha elogiato il lavoro sinergico svolto dalla Provincia e dei Comuni. Lo stesso docente ha annunciato che a Paestum, nel seminario che terrà, annuncerà importanti novità su Temesa.
Parlando alla Stampa l’Assessore al Turismo Pietro Lecce si è quindi soffermato sull’importanza strategica del turismo culturale.
“Un settore - ha rilevato- la cui domanda internazionale è in forte crescita. Un comparto che ha potenzialità uniche e che richiede collaborazioni ed unioni il più ampie possibili.”
Ed in questa prospettiva la Provincia, insieme a Confindustria, Confesercenti e Confcommercio, ha sviluppato una serie di itinerari turistici che Sabato 20 Novembre prossimo, a Paestum, saranno al centro degli appositi incontri con gli operatori nazionali e internazionali. Una delle tante novità che ha portato Lecce a concludere: “Quest’anno alla Borsa otterremo un risultato ancora migliore di quello straordinario raggiunto nel 2009”.
Il PROGRAMMA
La Provincia di Cosenza prosegue nella sua azione di valorizzazione del patrimonio storico-archeologico anche attraverso una serie di seminari scientifici organizzati nell’ambito della Borsa Mediterranea del Turismo Archeologico di Paestum.
Il primo seminario tematico è in programma per venerdì 19 novembre nello stand 22 della Provincia. Il professore Francesco Filareto, sindaco di Rossano, relazionerà sul tema Civiltà Bizantine in Calabria. Lo stesso giorno, alle 16, nella sala Diana, all’interno della rassegna Archeo Incontri, ci sarà la presentazione del volume "Sibari – Storia mitica e miti storici" del professore Giovanni Sole, docente Unical. Oltre all’autore, interverranno la professoressa Maria Francesca Corigliano, assessore alla Cultura e alla Valorizzazione Beni Culturali della Provincia di Cosenza, e il dottor Fabio De Chirico, soprintendente per il Patrimonio Storico e Artistico della Calabria; modera la giornalista Mariuccia De Vincenti.
Sabato 20 novembre sono previsti due seminari tematici sempre nello stand 22 della Provincia di Cosenza. Alle 11 il professor Domenico Marino, rappresentante istituzionale Soprintendenza Beni Archeologici della Calabria, illustrerà il temaArcheologia nella Magna Sila. Ricerche nel cuore antico della Calabria. Alle 15il professore Alessandro Vanzetti, docente dell’Università la Sapienza di Roma, parlerà di Enotri e Micenei sulla costa jonica cosentina.
Il ciclo di seminari scientifici della Provincia di Cosenza si chiuderà domenica 21 novembre all’interno della stand 22. Alle 12 il professore Gioacchino La Torre e il professore Fabrizio Mollo, docenti dell’Università di Messina, guideranno la platea alla scoperta di Themesa.
Sempre nello stand 22 della Provincia di Cosenza, nei giorni della Borsa di Paestum saranno proiettati, tra gli altri, i video "Passeggiando con Telesio – visita video-stereoscopica nel centro storico di Cosenza"; "Eventi e tradizioni popolari; Viaggio nel tempo, scoperte, miti, popoli e arte a San Sosti"; "Viaggio a Copia", documentario sulla città romana che si trova nel Parco Archeologico della Sibaritide; "Magna Grecia", documentario sulla storia e la cultura magno greca in Calabria; "Il Proto Monastero di Fiore, lo scavo archeologico di Jure Vetere di San Giovanni in Fiore". Sarà presentato infine il nuovo prodotto multimediale "Viaggio archeologico nella provincia di Cosenza".
Fonte: Provincia di Cosenza

Commenti