Calabria e veleni, appuntamento ad Amantea ad un anno dal 24 ottobre 2009

Comunicato Stampa
AMANTEA, 22 ottobre 2010 – Comprendere lo stato di salute dei territori calabresi interessati da gravi episodi di inquinamento legati all’illecita gestione di rifiuti tossico-nocivi. Con questa finalità il prossimo 24 ottobre, ad un anno esatto dalla grande manifestazione del 2009, il “Comitato Natale De Grazia” di Amantea organizza nella cittadina tirrenica il dibattito dal tema 24 ottobre 2009 >>24 ottobre 2010 - Calabria e veleni, un anno dopo- Appunti per costruire un futuro diverso”. L’appuntamento, programmato con la collaborazione della Cgil, si terrà, con inizio alle ore 17, nell’auditorium delle scuole medie cittadine. Al centro del dibattito, moderato da Massimo Clausi giornalista de “Il Quotidiano della Calabria”. la scottante questione dei rifiuti tossico e nocivi disseminati in Calabria. Attraverso il racconto diretto da parte di testimoni di alcuni dei casi più rilevanti di contaminazione avvenuti nei territori regionali si cercherà di capire cosa sia realmente successo in queste aree calabresi. Gli ex operai della Marlane di Praia a Mare (Luigi Pacchiano) e della Pertusola Sud di Crotone (Pino Greco) descriveranno cosa sia successo in queste due realtà tristemente note della nostra regione. Sarà, invece, il documentario di Massimo De Pascale dal titolo “L’ultima spiaggia, saggio di geografia disumana” a raccontare la vicenda della vallata del fiume Oliva tra i comuni di Amantea, Aiello, San Pietro e Serra d’Aiello. Inoltre grazie al contributo di tecnici della materia, tra cui Ferdinando Laghi dell’Isde Italia-Medici per l’Ambiente e Stefano Lenzi del WWf Italia (previsto anche un videomessaggio di Silvio Greco dirigente ISPRA ed ex assessore all’ambiente della Regione Calabria), si cercherà di comprenderne gli effetti sulla salute della popolazione residente e sull’ambiente in queste aree interessate dall’illecito smaltimento di rifiuti. Personalità del mondo delle istituzioni (Angela Napoli e Giuseppe Lumia, membri della commissione parlamentare antimafia), della comunicazione (Andrea Palladino, giornalista “Il Manifesto” e Orfeo Notaristefano scrittore antimafia) e delle parti sociali (Giovanni Donato, segretario generale Cgil Cosenza) che interverranno al dibattito serviranno a restituire un quadro più completo del fenomeno dell'inquinamento illecito dei territori e sulle ricadute anche in termini economici. E' prevista, inoltre, la presenza di istituzioni locali per cercare di dare risposte alle aspettative di recupero dell'ambiente e conseguentemente della salute pubblica delle popolazioni residenti nelle zone interessate da inquinamento. “La scelta della data – ricorda Gianfranco Posa, presidente del Comitato “De Grazia” - non è casuale. Ma servirà a ricordare la grande manifestazione del 24 ottobre 2009 contro l'inquinamento dei territori calabresi che ha portato ad Amantea circa 30 mila persone con la partecipazione massiccia di associazioni, istituzioni, sigle sindacali e semplici cittadini”.

Commenti