Aiello Calabro. Polemica Conti-Iacucci

In questi giorni ad Aiello Calabro si è tenuta una manifestazione pro DDL Lazzati (divieto per i sorvegliati speciali di fare propaganda elettorale).
Nel Consiglio Comunale il Sindaco Franco Iacucci, slegato dal contesto della discussione ha “affermato con orgoglio, che ospiterà nuovamente ad Aiello la terrorista Barbara Balzerani, evidenziando che ospitare la primula rossa costa sicuramente meno di quanto è costato ospitare Lorenzo Conti, vittima del terrorismo brigatista e allora ospite del locale movimento giovanile dell’UDC”.
Per la cronaca, Barbara Balzerani, dopo appena 36 ore dall’omicidio di mio padre, ne effettuò la rivendicazione.
Non posso rimanere in silenzio e quindi procedo via querela contro il Sindaco Iacucci per le dichiarazioni false e tendenziose a ledere la mia persona, il mio dolore e il mio status di vittima del terrorismo.
Tale mia personale scelta è da imputare a:
- Non ho percepito compensi o quant’altro dal Comune di Aiello ne dalla sede dell’UDC di Aiello (a tal fine allego il mio estratto conto carta dal quale si evince chiaramente le spese da me sostenute e che autorizzo alla pubblicazione);
- Non ho mai percepito compensi per la mia partecipazione a programmi radio-televisivi o interviste su quotidiani;
- Mai e, ripeto MAI, un rappresentante delle Istituzioni dovrebbe mettere sullo stesso piano VITTIME e carnefici…

Visto quanto sopra, ferito nell’animo e nella mente, chiedo gentilmente:
- Al Presidente della Repubblica di richiamare tutte le Istituzioni del nostro amato Paese perché mai le vittime siano accostate ai carnefici;
- Alla Corte dei Conti della Regione Calabria di dare seguito a quanto da me indicato con relativo esposto dell’ottobre 2009.

Affranto per le parole e i concetti esposti dal Sindaco di Aiello, ringrazio per la vicinanza mostrata tutto il popolo calabrese che ha sempre mostrato educazione, senso di ospitalità e attaccamento allo Stato.

Commenti