Serra D’Aiello (Cs). La gente s’incontra alla sagra del pane. Appuntamento con la VIII edizione 2010 sabato 7 agosto

SERRA D’AIELLO - In contrada Vignali, a Serra D’Aiello, comune in provincia di Cosenza,  settecento abitanti circa, situato sulle pendici sud-occidentali della costiera del basso Tirreno cosentino, ogni anno è un appuntamento fisso. Parliamo della “Sagra del Pane”, una manifestazione giunta all’ottava edizione, promossa dall’Associazione culturale “Progetto Vignali” ed organizzata in collaborazione con la collettività Vignalese, che si terrà il prossimo sabato 7 agosto a partire dalle 20.30.
«Una grande festa dedicata ad un alimento, il pane – spiega Filippo Roppo Valente, presidente del sodalizio di località Vignali -, visto sia come prodotto sia come sintesi dell’identità dei luoghi, interpretante il lavoro dei campi, la sapienza artigiana, il commercio, i gusti, i simboli, le credenze, la storia. Il pane come elemento di legame culturale e sociale».
La realizzazione dell’appuntamento estivo è allargata a tutta la popolazione residente nel quartiere e ne prevede la partecipazione attiva. Le donne, in particolare, sono maggiormente impegnate nella preparazione delle pietanze tipiche della tradizione Serrese e Vignalese in particolare, che prevedono il pane come elemento di base. Pane, ma non solo pane. «Sarà dato rilievo, inoltre – aggiunge Roppo Valente - , ai prodotti tipici della tradizione culinaria calabrese, come insaccati, conserve sott’olio e vini locali. Gli stand per la degustazione saranno affiancati da stand di arte tessile, ricamo a mano e di prodotti di piccolo artigianato, alla cui realizzazione – dice il responsabile di progetto Vignali - i nostri Concittadini si dedicano nell’arco dell’anno. Lo scenario sarà quello del nostro quartiere caratterizzato dall’atmosfera della notte e dall’accoglienza anche nelle nostre case, per renderlo partecipe delle nostre piccole abitudini e tradizioni».
La degustazione degli antichi sapori di pane e focacce prevede il “contorno” di spettacoli, musica e cabaret. «Il nostro intento – conclude Roppo Valente - è quello di promuovere un momento di aggregazione sociale e culturale che faccia conoscere le tradizioni Vignalesi e che tenga vivo nella memoria “la miseria e la lotta”, appunto, per il pane che noi Calabresi abbiamo ben conosciuto».
Nel corso della serata, intrattenimento con i ragazzi della Scuola di Ballo “Dance with us”, musica, Cabaret, “Ballu du Ciucciu”, e sul finale, estrazione dei biglietti vincenti e uno spettacolo di fuochi Pirotecnici.

Commenti