Dissesto idrogeologico e inquinamento ambientale. Se ne parlerà ad Aiello il 28 luglio con tecnici, giornalisti e Istituzioni

Riceviamo e pubblichiamo
AIELLO CALABRO – Mercoledì 28 luglio c.m. alle 17:30 c/o la Casa delle Culture Alleanza di Progresso per Aiello, alla presenza dell’Assessore all’Ambiente della Regione Calabria On. Pugliano, intende promuovere un pubblico dibattito su temi, quali la montagna, il dissesto idrogeologico e l’inquinamento ambientale.
Temi che destano interesse e preoccupazione in tutti quei cittadini che amano il loro territorio e, pertanto, sono attenti alle vicende che rischiano di minare la salute e l’incolumità propria e dei propri figli.
Il patrimonio montano di cui disponiamo troppo spesso è stato oggetto dell’incuria umana che ha portato a situazioni di degrado del territorio stesso; le calamità naturali ogni anno colpiscono sempre più violentemente la nostra terra in quanto morfologicamente soggetta a movimenti franosi; l’inquinamento ambientale che interessa la Vallata dell’Olivo è poi un tema tanto delicato quanto preoccupante, per il quale attendiamo con ansia l’esito dei carotaggi da poco conclusi.
I problemi sono tanti e solo con la collaborazione collettiva si può pensare di individuare e mettere in campo soluzioni efficaci ed efficienti: per quanto riguarda la montagna, partendo dalle piccole cose, come il rispetto per i nostri luoghi anzitutto; per quanto attiene il rischio frane e il dissesto idrogeologico più in generale, studiando, ove possibile, un piano di prevenzione, ed infine, in merito alla Valle Olivo, pretendendo chiarezza sulla vicenda.
Quello che risulta essere necessario è una maggiore tutela del territorio perché, sia se parliamo di degrado, dissesto o inquinamento, il fattore che accomuna tali tematiche è la preoccupazione per la salute e l’incolumità collettiva che devono essere garantiti da chi governa il nostro territorio.
A tal fine noi di AdP pensiamo che la comunicazione e l’informazione siano gli strumenti migliori per non far passare in secondo piano aspetti che riguardano la nostra vita, la nostra salute e quella di chi ci circonda.
Abbiamo pensato, dunque, questo incontro con la certezza che apporterà un valido contributo conoscitivo finalizzato al miglioramento della tutela del nostro territorio in tutti gli aspetti che lo riguardano.
Alleanza di Progresso per Aiello


Montagna, dissesto idrogeologico ed inquinamento ambientale.Le emergenze di un territorio abbandonato.

AIELLO CALABRO  28 luglio 2010 
Ex Pretura ore 17.30

Ordine dei Lavori ed Interventi:
• Coordinatore dei lavori: Ernesto Cicero
• Introduzione: Tonino Simone - “L’evoluzione geostrutturale della Calabria: Un  fattore di stimolo del degrado geomorfologico dei  luoghi”
•  Proiezione Video
• Relatore:  Geol. Gino Merenda: Già Direttore  dell’Istituto  per la Protezione Idrogeologica (IRPI) del CNR Rende - “Azioni naturali ed antropiche come causa e concausa dei dissesti idrogeologici. Rischi e crisi dei modelli d’uso del territorio”
• Relatore :  Francesco Cirillo: Giornalista – “Fiume Oliva ; Lo spettro di un delitto ambientale irreparabile”
• Relatore: Michele Bruni: Capogruppo Consiliare di AdP - “Il ruolo delle Istituzioni locali nella vigilanza e tutela dei beni territoriali e del paesaggio”
• Invitato al dibattito: Geol. Franco Violo: Presidente Ordine Regionale dei Geologi – “Le risorse culturali, professionali, gli strumenti legislativi e pianificatori per una nuova politica ambientale”
• Interviene: On.le Fausto Orsomarso: Consigliere Regionale
• Conclude i Lavori: On.le Francesco Pugliano, Ass.re  Regionale all’Ambiente
• Dibattito                                                                      

Commenti

  1. Intervista a Cirillo su Radio 1 One28 luglio 2010 10:53

    http://www.radio1one.it/radio1news/wp-content/uploads/2010/07/interv-cirillo-28-luglio.mp3

    RispondiElimina

Posta un commento

Salve. Grazie per il commento.
Il curatore del Blog fa presente che non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori. I commenti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o contenenti dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy, verranno cancellati.