Cleto (Cs) Riparte da qui. Con l'inaugurazione del castello in programma per il prossimo 20 luglio

Clicca sulla locandina per ingrandire e leggere il programma
CLETO – Il prossimo 20 luglio si inaugura il castello del piccolo e grazioso paesino del Savuto. Lo comunicano, in una nota congiunta, le associazioni Cletarte, Pro Loco e La Piazza.
Dopo l’ultimazione dei lavori di recupero e riqualificazione, finanziati dai fondi POR Calabria 2000/2006, il castello che sovrasta il centro abitato di quella che fu l’antica Cleto ritorna alla comunità per poter essere visitato da appassionati e turisti.
La cerimonia di inaugurazione, organizzata dalle menzionate associazioni in collaborazione con il Commissario Straordinario di Cleto Dott.ssa Anna Aurora Colosimo e con la cittadinanza tutta, prevede il taglio del nastro alle 19 e una visita guidata all’interno delle mura del vecchio maniero. Seguirà, alle 20, in piazza Moro, un convegno – che sarà aperto dai saluti del Commissario Anna Aurora Colosimo e moderato dalla giornalista Giulia Fresca - con Antonio Reppucci, Prefetto di Cosenza; Mario Caligiuri, assessore regionale alla Cultura; Mario Oliverio, presidente della provincia di Cosenza; Giuseppe Giannuzzi Savelli, discendente della baronia del castello di Pietramala; Maggiorino Iusi e Vito Teti dell’Università della Calabria. Dalle 21.30 in poi, invece, esibizione con costumi medioevali, sbandieratori, musici dell’associazione culturale Trischine. Ed alle 22.30, degustazione di prodotti tipici offerti dalla cittadinanza.
«Per tutti noi cletesi, tale evento – è scritto in una nota -, dovrà rappresentare il risveglio di una speranza sopita: la voglia di ripartire, di ricominciare. Il desiderio è di uscire dallo stato di spopolamento e di abbandono in cui versa uno dei tanti borghi della Calabria». 
«Intendiamo utilizzare quest’occasione – aggiungono gli estensori del documento - per un impegno collettivo e trasformarla in opportunità di promozione e di sviluppo. L’obiettivo costante è contribuire ad accrescere la sensibilità e l’attenzione verso il patrimonio storico presente che, partendo dal Castello che fa da corona al vecchio borgo medievale dell’abitato, coinvolga da protagonista il territorio tutto, ricco di altre bellezze ed attrazioni. Cleto è una realtà storica di rara bellezza ma poco conosciuto, venite e scoprirete che la Calabria è ricca di un entroterra meraviglioso».

Commenti