In Calabria i fusti radioattivi sui quali indagava Ilaria Alpi. Il 10 marzo sopralluoghi della Commissione Ecomafie

FONTE ANSA
ROMA, 25 FEB – La commissione d’inchiesta contro le eco-mafie è sulle tracce di fusti pieni di scorie radioattive, alcuni dei quali si dice provenienti dall’Enea. L’organismo parlamentare presieduto da Gaetano Pecorella andrà così in Calabria il 10 marzo per fare una serie di sopralluoghi. "Abbiamo avuto segnalazioni che consideriamo attendibili sui luoghi nei quali potrebbero essere nascoste queste scorie radioattive – spiega Pecorella – e così il 10 marzo andremo a fare delle verifiche in Calabria". I fusti radioattivi di cui è arrivata segnalazione in commissione sarebbero una parte di quelli di cui si è parlato a lungo nelle indagini sul caso di Ilaria Alpi. "Una parte di queste sostanze radioattive – spiega Pecorella - sulle cui tracce sarebbe stata anche la giornalista Ilaria Alpi, sarebbe stata sepolta in Italia, mentre un’altra parte in Somalia". La ‘parte’ italiana, secondo le informazioni di cui è in possesso la commissione, sarebbe stata nascosta in Calabria.

Commenti