Aiello Calabro, frane e dissesto idrogeologico. Una nota dell'Udc locale

dai Giovani Udc di Aiello Calabro riceviamo e diffondiamo

AIELLO CALABRO – Circa un anno fa, precisamente il 7 febbraio 2009, in una nota il locale movimento giovanile dell’UDC denunciava i gravi danni e disservizi che il dissesto idrogeologico, che seguì le imponenti precipitazioni della scorsa stagione, causò nel nostro comune. Nel documento veniva evidenziato come  molti dei fenomeni di dissesto che hanno interessato il territorio di Aiello Calabro potevano essere evitati da un’azione di prevenzione e di tutela dell’ambiente. Nel contempo si invitava l’amministrazione comunale ad avviare un’azione di monitoraggio del territorio in modo da prevenire altri eventuali fenomeni franosi. A distanza di un anno, quella denuncia torna ad essere attuale. Pochi giorni fa un costone si è staccato occupando completamente la carreggiata della strada che dalla frazione di Coschi conduce in località Stragolera. Una frana che poteva trasformarsi in tragedia se in quel momento qualcuno si fosse trovato a transitare la stessa. Ancora una volta i nostri amministratori si dimostrano incapaci di gestire e tutelare il territorio, considerando anche il fatto che nei giorni precedenti, nello stesso punto, eventi franosi di entità minore avevano occupato parzialmente la carreggiata. Investire in un piano di prevenzione non solo eviterebbe pericoli e disagi per i cittadini, ma a lungo termine produrrebbe anche un vantaggio di natura economica per l’ente comunale. Quest’anno le precipitazioni sono state fortemente ridotte se confrontate a quelle della scorsa stagione; eppure ad Aiello Calabro continuano a cadere frane di entità tale da bloccare completamente una strada. A ciò l’amministrazione locale risponde limitandosi ad eliminare il materiale caduto dalla carreggiata, tra l’altro anche con ritardo, senza pensare ad una seria prevenzione.
Andrea Bruni
Commissario prov.le giovani UDC

Commenti