Consiglio comunale. Approvata la variazione al bilancio e nominate tre commissioni consiliari




AIELLO CALABRO – Il Consiglio comunale ha approvato, a maggioranza, la variazione di assestamento al bilancio di previsione dell’Ente che – è stato detto - risulta essere sano e che consente di fornire servizi adeguati alla cittadinanza. Questo e gli altri punti all’ordine del giorno hanno però impegnato l’Assise per non più di 15-20 minuti. Circa due ore, invece, ci sono volute per dare spazio alle polemiche tra maggioranza ed opposizione che oramai si trascinano da mesi e che vertono su una serie di questioni sollevate da Alleanza di progresso, tra i quali la questione Balzerani, l’accesso agli atti amministrativi, e la nota vicenda della radioattività nella vallata dell’Oliva.
Nel lunghissimo intervento, il sindaco Iacucci ha risposto ai rilievi mossi da AdP e ha informato l’aula delle opere realizzate, in corso e in programma. Tra queste ultime, da registrare l’intervento nel Centro storico della cittadina, finanziato qualche mese fa per 800 mila euro, che consisterà, tra l’altro, nel recupero dell’interno della cappella di S. Francesco (sec. XVIII), del monumento del Calvario (anni ’30),  nell’acquisizione di alcune abitazioni da ristrutturare, nell’acquisto di una ventina di fontane per l’arredo urbano del paese, come già c’erano diversi anni fa.
Le comunicazioni del primo cittadino hanno indugiato pure su altri finanziamenti in arrivo, e sui lavori conclusi dell’edificio delle ex scuole elementari, dove, secondo le intenzioni dell’amministrazione comunale, saranno ubicati la guardia medica, la residenza delle Suore, sedi di uffici per la medicina pubblica, e dell’associazione Avis.
Tra le tante cose di cui Iacucci ha informato i consiglieri e la platea, finalmente ritornata ad ascoltare e ad interessarsi delle novità amministrative, c’è ne stata una che però è passata senza sortire il dibattito e l’attenzione che avrebbe meritato. Si tratta dell’installazione di un anemometro per lo studio del vento su monte Faeto, realizzata da una società per conto - come ha risposto Iacucci a chi gli ha chiesto maggiori informazioni - di una azienda tedesca. Il sindaco si è pure premurato di dire che questa autorizzazione del comune (si tratta in effetti di una DIA, dichiarazione di inizio attività), non vincola in alcun modo il comune, e che si tratta di uno studio della durata di un anno. Il fatto, già nei giorni scorsi, aveva destato comunque preoccupazione in alcuni cittadini - che ci avevano fatto delle segnalazioni corredate da foto - per una possibile futura installazione di pale eoliche. Una preoccupazione che, al di là dei possibili benefici se ci sono, riguarda il forte impatto ambientale che le pale determinerebbero in un luogo di interesse naturalistico, o, come avverte il cittadino che ci aveva fatto la segnalazione, addirittura “un massiccio taglio di alberi, con ulteriore devastazione di un patrimonio boschivo già di per se precario”.
Sul finale, tornando alla seduta, i consiglieri hanno votato, dopo i punti riguardanti bilancio ed una ratifica di variazione al documento contabile della Giunta, per la formazione di tre commissioni consiliari. Ecco come saranno composte. Commissione per la formazione degli elenchi dei giudici popolari: Sindaco Iacucci, Franco Medaglia (maggioranza) e Michele Bruni (minoranza); Commissione problematiche legate agli investimenti, Lavori pubblici, piani di sviluppo, organizzazione eventi: per la maggioranza Carmine Marinaro, Marco Cino, Lepore Rosetta e – sempre proposto dalla maggioranza anche se dichiaratosi autonomo dopo l’uscita da AdP - Luca Lepore; per la minoranza, invece, Fenice Bossio e Michele Bruni; Commissione per le problematiche amministrative, Bilancio e personale: Luigi Zagordo, Franco Medaglia, Simone Correale, Eleonora Pucci (maggioranza), Fenice Bossio e Liliana Naccarato (minoranza).

Commenti