Andrea Bruni nominato nuovo Commissario provinciale dell'Udc



Dal Movimento giovanile Udc di Cosenza riceviamo e pubblichiamo
COSENZA – Si è tenuta sabato scorso una riunione del movimento giovanile dell'UDC cosentino, presso la sede di UNICENTRO all'UNICAL, nel corso della quale, alla presenza del Commissario Regionale, Avv. Giuseppe Idà, e del responsabile per le politiche sociali nel Mezzogiorno, Dott.ssa Clorinda Scarpelli, è stato individuato il nuovo commissario provinciale nella persona di Andrea Bruni, studente in Medicina e Chirurgia presso l'Ateneo Magna Graecia di Catanzaro, già commissario cittadino di Aiello Calabro. Nel corso del suo intervento, dopo i saluti di rito, Bruni ha affermato "di essere onorato della fiducia che il partito ha riposto nei suoi confronti", continuando nello spiegare "che intende guidare il movimento giovanile della provincia cosentina, in un'ottica di rinnovamento nel rispetto della continuità e del buon lavoro svolto dal commissario uscente  Clorinda Scarpelli".  Bruni ha evidenziato "come la politica che intende portare avanti sia una politica di unione mirata a creare una squadra di giovani attivi sul territorio; giovani che diventino protagonisti del cambiamento di cui tanto necessita la nostra Regione, facendosi interpreti del vero significato della politica, intesa come l'arte che ha come fine il bene comune, ispirandosi ai valori e agli ideali del nostro partito".
"La scelta di Andrea è in linea con il nuovo percorso intrapreso dai Giovani UDC. Siamo certi darà un contributo importante alla riorganizzazione del movimento giovanile della Provincia di Cosenza  rilanciando, assieme all'ufficio politico regionale che si costituirà, i temi più significativi per le nuove generazioni della Regione". Con queste parole il Coordinatore Regionale Giovani UDC, Avv. Giuseppe Idà, annuncia la nomina del neo Commissario Provinciale Andrea Bruni. "Ringrazio l'amica Clorinda Scarpelli - ha aggiunto - per il lavoro svolto in questi anni come segretario provinciale dei giovani Udc. Con il suo impegno e la sua presenza costante, Clorinda ha il merito di aver determinato la crescita del movimento giovanile calabrese. A lei un in bocca al lupo per il prestigioso incarico ottenuto, segno che la classe dirigente nazionale guarda con attenzione ai giovani calabresi".

Commenti