Una messa per Claudio, l'angelo biondo. "La tua immagine è sempre presente nei nostri cuori"



AIELLO CALABRO – Un anno fa, il 5 novembre, si spegneva Claudio Bruni Bossio. L'angelo biondo, come lo ricordano tutti. Un brutto incidente lungo la strada Fondo Valle Oliva, quel piovoso mercoledì pomeriggio, mentre ritornava a casa dal lavoro, gli spezzò la giovane vita. 19 anni non ancora compiuti.
Per questo primo anniversario, ieri pomeriggio alle 18, nella chiesa di Santa Maria Maggiore, alla funzione religiosa a suffragio, attorno alla famiglia, ai genitori Carmine e Tommasina, alle sorelle Angelica, Isabella e Sabrina, e a tutti i parenti, si sono ritrovati tanti amici e conoscenti che conservano in modo indelebile il ricordo di Claudio, per testimoniare l'affetto e l'attaccamento al giovane.
Anche sul social network Facebook c'è un gruppo di oltre 200 iscritti che lo commemora, con video e foto che lo ritraggono in vari momenti della sua gioventù. «Oggi è un anno dalla tua scomparsa – scrive uno dei tanti amici sulla pagina FB a lui dedicata -, ma sappi che anche se non sei più tra noi, la tua immagine è sempre presente nei nostri cuori e stai sicuro che non ti dimenticheremo mai. Vivrai sempre in noi come ci sei sempre stato. Claudio ti voglio bene, non ti dimenticherò mai».

Commenti