Campo scuola. L'istituto Comprensivo di Aiello Calabro (Cs) apre le porte delle aule per studiare e capire il territorio


AIELLO CALABRO – Sono appena tornati. E come sovente capita dopo una bella esperienza vissuta in gruppo, ne sentono il richiamo nostalgico. Non solo ore di lezione, ma anche escursioni nel territorio circostante, lavori di gruppo e attività varie che hanno suscitato grande interesse nei partecipanti. I quaranta giovanissimi alunni, provenienti dalla scuola primaria e secondaria di primo grado di ritorno dal "Campo scuola in Natura", sono quelli dell'Istituto Comprensivo di Aiello Calabro che comprende i plessi, oltre che di Aiello, dei comuni di Cleto e Serra.
Si è trattato - come ci hanno spiegato – di un progetto riguardante specifici percorsi ed itinerari didattici integrativi, sottoposto alla approvazione della regione Calabria qualche mese fa dal past dirigente scolastico Mario Giannuzzi, finanziato per circa 68 mila euro dal Por Calabria (fondi Fse 2007-2013 Asse IV capitale umano), ed ora reso esecutivo dall'attuale preside Caterina Policicchio e dai suoi collaboratori Franca Cuglietta e Giuseppe De Vita.
Svoltosi a Gioiosa Jonica dal 4 al 13 ottobre, il campo scuola si è articolato in due moduli didattici di 40 ore ciascuno tenuti da due esperti: la prof.ssa Rosa Giardino e la dott.ssa Maria Francesca Ianni Palarchio, supportate da quattro  insegnanti tutor (Franca Cuglietta, Teresa Furano, Bruna Berardelli, Luisa Magli) e da due animatrici (Irene Zagordo e Roberta Ianni  Lucio).
«Il nostro Istituto – ha riferito la Dirigente Policicchio - partecipando all'iniziativa ha aperto le porte delle aule per studiare e capire il territorio. Tante sono state le iniziative proposte nelle quali gli allievi si sono cimentati e divertiti , come lo spazio ludico con animazione e le varie uscite che sicuramente hanno fatto vivere agli alunni un'esperienza formativa e culturale di notevole spessore».
Un patto formativo, in buona sostanza, tra scuola, alunni e genitori pienamente rispettato che ha prodotto alti livelli di socializzazione e di integrazione tra i gruppi provenienti da classi e plessi diversi dell'Istituto scolastico.

Commenti

  1. Mi manca il campus...=(..
    Mi ricordo i bei momenti passati insieme ai miei compagni, alle tutor, alle animatrici e agli esperti...
    Speriamo che un'esperienza simile si rifaccia al più presto,anche se temo di non poterla più vivere in quanto frequento la terza media...=(..
    Do un consiglio a tutti i ragazzi:"Non perdete un'opportunità del genere, di sicuro (come si dice alla paesana) vi "SCIALERETE"...ihihih ^_^
    Saluti...
    Ilaria....^-^

    RispondiElimina

Posta un commento

Salve. Grazie per il commento.
Il curatore del Blog fa presente che non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori. I commenti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o contenenti dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy, verranno cancellati.