Olivo radioattivo. Comunicato stampa dell'Udc cittadina

Dal Movimento Giovani Udc di Aiello Calabro riceviamo e pubblichiamo


AIELLO CALABRO – una politica ambientale sbagliata quella attuata  dalle amministrazioni locali che si sono succedute negli ultimi venti anni,  rappresentate dal centro sinistra. Il nostro territorio continua ad essere al centro della cronaca regionale e in questi ultimi giorni anche nazionale.  Ricordiamo la discarica di pneumatici usurati lungo la via che conduce a Bosco Faeto, bonificata grazie alle nostre denunce e sollecitazioni.
Oggi il nostro territorio balza alla cronaca nazionale per vicende che destano allarme e serie preoccupazioni  per la salute pubblica delle nostre comunità. Grazie al lavoro svolto dalla  magistratura e dalle autorità sanitarie provinciali , alle quali va ilo nostro sostegno pieno e incondizionato,  si è avuta  notizia  che nell’entroterra tra i Comuni di Aiello e SERRA Aiello vi sono depositati possibili rifiuti radioattivi  che avrebbero determinato  incrementi di  malattie tumorali e anche decessi in tutto il basso tirreno. Le inquietudini  che esistono tra la comunità aiellese  sono  giustificate e comprensibili di fronte ai preoccupanti dati forniti dalla stampa in generale.
E’ evidente che  gli amministratori locali del nostro paese hanno condotto una politica  non idonea a tutelare il territorio e l’ambiente . IN QUANTO “ sentinelle del territorio” avrebbero dovuto svolgere un’azione di controllo e di denuncia che alla luce dei fatti non sembra aver sortito effetto.  Ancora più emblematica risulta la dichiarazione del Sindaco Iacucci nel momento in cui afferma di aver appreso la notizia solo dal telegiornale.
 Il Sindaco Iacucci, emblema di una continuità amministrativa che si trascina dal lontano 1985,  ammetta  il suo fallimento in materia  ambientale, si determini  di conseguenza e  rassegni  le dimissioni da primo cittadino .
  
Andrea Bruni
Commissario giovani UDC Aiello Calabro

Commenti