Incendi. I Ranger della Stazione Aiellese individuano due persone responsabili dell'incendio del 2 settembre scorso

AIELLO CALABRO – L’incendio verificatosi lo scorso 2 settembre, alle primissime luci del sole, in località “Piro-Calvario”, proprio sotto il centro abitato, ha interessato - grazie al pronto intervento dei Rangers locali (agenti Mastroianni e Bruno, comandati dal Sovrintendente Giuseppe Fusaro) e del Personale AIB Regionale di stanza a Grimaldi, con l’ausilio di Autobotte – solo una piccola porzione di terreno. Il bilancio, però, avrebbe potuto essere più serio. La zona, infatti, oltre che vincolata dal punto di vista paesaggistico-ambientale (sono presenti specie di Ailanto, Olmo, robinia ecc.), è anche abitata.

Le fiamme - secondo le indagini della Stazione cittadina del Corpo Forestale - sono partite da un terreno agricolo nel quale si stavano eseguendo lavori di pulitura e bruciatura della vegetazione arbustiva ed erbacea. Come spesso capita in questi casi, il fuoco è sfuggito al controllo umano e stava propagandosi all’ambiente limitrofo, lambendo le case vicine. Una circostanza evitata grazie alla segnalazione di un residente che ha allertato il 1515 e avviato i soccorsi.

Da quanto di evince dal verbale redatto dagli agenti forestali, due persone, peraltro presenti sul posto, che si erano per prime prodigate per lo spegnimento, sono state individuate come responsabili del fatto.

Commenti