Giornata della Solidarietà. Buona partecipazione di donatori alla raccolta Avis del 10 agosto

GALLERIA FOTOGRAFICA

AIELLO CALABRO - D'estate c'è necessità di più sangue. Il dono più prezioso che i soci Avis della sezione di Aiello Calabro e Serra D'Aiello non hanno fatto mancare - raccogliendo l'appello della presidente Leondina Vecchio - a chi ne ha bisogno. Ovvero bambini microcitemici, persone incidentate, in attesa di trapianto, oppure affette da patologie gravi.

La raccolta, prevista per la mattina del 10 agosto scorso, nell'ambito della giornata della solidarietà, è stata come di consueto molto proficua. Decine di donatori, infatti, si sono sottoposti ai prelievi effettuati all'interno dell'autoemoteca dell'Avis provinciale di Cosenza, contribuendo a far raggiungere una quota di diverse sacche ematiche.

Naturalmente, anche a fronte di una buona partecipazione, come quella registrata, i responsabili del benemerito sodalizio non si stancano di estendere l'invito a diventare soci anche a chi ancora, per motivi diversi, non lo è. E i motivi per diventarlo, invece, sono tanti. Come aiutare chi ha bisogno; porgere la mano ai propri simili; sentirsi utili nei confronti degli altri; e non ultimo, avere la propria salute sempre sotto controllo.

La giornata di solidarietà è proseguita poi anche nel pomeriggio e nella serata, con un mercatino e con una pesca, con l’undicesima sagra dei “cullurielli” e, infine, con il Recital “Dove termina l’arcobaleno”, iniziative curate, come negli scorsi anni, dal Centro Anziani animato dalle Figlie del Sacro Cuore di Gesù, e patrocinate dalla locale amministrazione comunale.

Commenti