Comunali 2009. Ad Aiello, i leoni ruggiscono ancora

AIELLO CALABRO – Il leone, simbolo della compagine di Uniti per Aiello, ha ruggito ancora. Dalle urne, infatti, il responso è stato favorevole alla lista guidata da Franco Iacucci che ha raccolto 733 voti validi (il 53,50 %) contro i 637 (pari al 46,49 %) totalizzati da quella di Alleanza di progresso per Aiello di Michele Bruni che si è dimostrata, tuttavia, avversaria temibile.

Dopo una campagna elettorale combattuta in piazza, porta a porta, casa per casa, nel centro abitato e nelle numerose frazioni, e pure sul web, la comunità aiellese ha fatto la sua scelta. Ha deciso per i prossimi anni di farsi amministrare nel segno della continuità. Iacucci, amministratore di lungo corso, aderente al partito democratico – più volte sindaco della cittadina – prende il testimone dall’uscente Gaspare Perri del quale è stato vice.

Secondo le linee programmatiche del neo sindaco Iacucci e dei consiglieri, riportate nel programma amministrativo e comunicate durante questi giorni, l’azione di governo, dunque, proseguirà puntando molta attenzione alle opere pubbliche. A breve, tra gli altri, partiranno i lavori per la realizzazione della stradina d’accesso al castello, e gli interventi sul centro storico per il quale di recente è stato ottenuto un finanziamento di 800 mila euro. Auspichiamo pure che tra i prossimi lavori ci saranno prioritariamente le chiese di San Giuliano e di Santa Maria Maggiore, davvero bisognose di cure. L’impegno della nuova amministrazione, come è stato annunciato in campagna elettorale, andrà in particolare in direzione di un rafforzamento del settore culturale, con la creazione di una sorta di assessorato alla cultura forte per rendere pienamente fruibili il museo civico, in corso di allestimento, il teatro comunale e la biblioteca. In questa consiliatura, è stato detto, sarà data maggiore importanza ai centri abitati periferici ed alle frazioni, con la istituzione di un assessorato ad hoc.

È ancora presto per azzardare la composizione della giunta che collaborerà con il sindaco Iacucci, ed i criteri che ne guideranno le scelte. Come spesso capita, si dovrà mediare tra le competenze personali dei consiglieri eletti ed il consenso ricevuto dagli elettori, espresso in preferenze. Vedremo nei prossimi giorni chi siederà al tavolo dell’esecutivo. Intanto, pare che l’ex sindaco Perri voglia defilarsi da qualsiasi incarico di responsabilità. Ci ha detto che farà eccezione, forse, per la delega assessorile allo sport per il quale in questi anni si è speso molto, anche come dirigente della locale squadra di calcio che milita il prima categoria.

Sull’altro fronte, la minoranza consiliare guidata da Bruni continuerà – come peraltro ha fatto nell’arco dei 5 anni passati – ad onorare il proprio ruolo di controllore dell’operato della maggioranza.

In ultimo, ecco i nomi dei 12 consiglieri che dovrebbero far parte dell’Assise civica. Nelle fila della maggioranza (8 seggi): Perri (primo eletto con 89 preferenze), Lepore (77), Cino (67), Marinaro (66), Correale (55), Medaglia (54), Zagordo (48) e Pucci (48). Per quanto riguarda invece l’opposizione, i quattro seggi sono del capolista avversario Michele Bruni, Fenice Bossio (139), Luca Lepore (75) e Liliana Naccarato (60).

Commenti

  1. Per quando è previsto l'inizio dei lavori che renderanno accessibile il castello ?
    Per la Madonna delle Grazie, sarà possibile disporre le fiammelle tipiche nella pineta che si trova in cima ?

    RispondiElimina

Posta un commento

Salve. Grazie per il commento.
Il curatore del Blog fa presente che non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori. I commenti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o contenenti dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy, verranno cancellati.