"Atti oltraggiosi" durante la sfilata per la vittoria alle comunali. Alleanza di Progresso critica la mancata presa di distanze del neo sindaco

Dal Movimento di Alleanza di Progresso, riceviamo e pubblichiamo


COMUNICATO STAMPA

Il neo Sindaco Franco Iacucci non prende le distanze e non condanna gli atti oltraggiosi, che ricordiamo comprendono manoscritti offensivi, pigne (simbolo iconografico della nostra coalizione), cartacce e manifesti cosparsi nella proprietà del nostro capolista, sul porticato di casa e persino sui balconi dall’abitazione, maltrattamento di animali e fuochi pirotecnici esplosi in prossimità di un autocarro, compiuti a casa Bruni giorno 23, a seguito della sfilata della lista Uniti per Aiello collegata alla candidatura di Franco Iacucci. Tutti ci saremmo aspettati che il primo cittadino si dissociasse da tali gesti, sia in veste di capolista della coalizione a noi avversaria, sia nella veste istituzionale di neo sindaco. Nemmeno una telefonata di scuse, tanto meno una parola in consiglio comunale. Questo silenzio assenso è grave e inconcepibile e giustifica le azioni o per meglio dire i reati consumati da alcuni facinorosi partecipanti alla sfilata. Condanniamo ancora una volta quanto successo presso l’abitazione del nostro capolista al quale rinnoviamo la nostra solidarietà, ma condanniamo altresì l’atteggiamento dimostrato dal sindaco Iacucci che non da peso e sembra voler giustificare questi comportamenti incivili, antidemocratici e destabilizzanti atti solo a creare ulteriori tensioni. Il nostro capolista non ha voluto polemizzare ulteriormente per evitare di accentuare le spaccature già esistenti ma un atteggiamento simile del primo cittadino non può e non deve passare inosservato. Siamo rimasti profondamente delusi dal suo atteggiamento. Doveva essere il sindaco ad impartire una lezione di civiltà alla comunità tutta, prendendo le distanze da tali gesti condannandone gli autori, invece non fa altro che alimentare climi ostili.

Commenti