Manifesto selvaggio. "Fermali con una foto", l'iniziativa di Radio Radicale

Dal sito Web "fai notizia - giornalismo partecipativo" di Radio Radicale abbiamo ricevuto l’invito, che accettiamo ben volentieri, di collaborare all’iniziativa relativa alle affissioni elettorali abusive che si chiama: Fermali con una foto (http://www.fainotizia.it/inchiesta/manifesti-abusivi-fermali-con-una-foto). Se avete, cari navilettori, segnalazioni da fare sulla pratica incivile che si rinnova in ogni campagna elettorale, contattate il Blog oppure direttamente il sito di FaiNotizia.


Ecco il testo del comunicato

Si avvicinano le elezioni e le nostre città e i nostri comuni cominciano già ad essere imbrattati dai manifesti elettorali abusivi. Si tratta di uno scempio, di una prepotenza e di una illegalità di fronte alla quale le istituzioni si apprestano a divenire complici dei partiti e dei boss politici locali.

Come saprete, per legge i manifesti elettorali andrebbero affissi negli spazi che ogni comune mette a disposizione in occasione della campagna. Ad ogni partito sono assegnate un pari numero di plance appositamente contrassegnate. Ogni manifesto attaccato fuori dagli spazi preposti dovrebbe essere multato per ogni giorno che rimane affisso.

Quest'anno la sanatoria è stata approvata per decreto dal governo Berlusconi, e prevede il condono per tutte le affisioni abusive di manifesti politici commesse dal 2005.

RadioRadicale è impegnata in questa campagna e vi chiediamo di unirci a noi.

Potreste iniziare con una piccola azione. Una foto.

Noi ci impegnamo a inviare le foto che voi e i vostri lettori pubblicherete: al sindaco, al prefetto e alla procura della vostra città. A intentare cause legali contro i partiti, e se necessario contro il comune.

Commenti