Consiglio comunale domenicale. Approvata la variazione di assestamento al bilancio

AIELLO CALABRO - Il Consiglio comunale della cittadina, insolitamente riunitosi domenica mattina, ha approvato la variazione di assestamento al bilancio di previsione.
Sulla manovrina di ritocco dei conti comunali - tra le altre, registrate in entrata le somme per l'acquisto di uno scuolabus provenienti dalla provincia (55 mila euro), dalla Snam per la servitù del metanodotto (79 mila) e dalla regione per la bonifica dell'Olivo (un milione e 300 mila euro) - l'opposizione ha ribadito la propria astensione. Proprio sui lavori relativi al risanamento del fiume, il sindaco Perri ha annunciato che, a fronte di alcuni pareri negativi sul progetto espressi dagli enti interessati, la regione Calabria al fine di sbloccare la situazione ha convocato una ulteriore conferenza di servizi per il prossimo 9 dicembre. Sul bilancio, invece, il sindaco ha riferito che lascerà alla prossima amministrazione (le elezioni sono previste per la prossima primavera) un comune senza debiti, ed in eredità le somme che proverranno dal taglio del bosco Faeto, la cui asta pubblica è andata sinora deserta per ben tre volte.
Nell'ordine del giorno, passati all'unanimità, figuravano anche l'approvazione dell'abbattimento per il prossimo triennio dei costi dei contributi previdenziali per le aziende agricole; ed i lavori complementari agli interventi di recupero di immobili di proprietà comunale in località Patricello. 
Rinviata alla prossima seduta, su richiesta di Alleanza di Progresso per Aiello - che tuttavia ha ribadito che l'assunzione delle parcelle legali da parte degli enti sia un atto dovuto - l'approvazione della convenzione tra il vice sindaco, il funzionario responsabile dell'UTC ed il Comune di Aiello Calabro per il rimborso delle spese legali. Come ha spiegato Perri, la vicenda si riferisce ad un procedimento penale partito nel 1997, per il quale successivamente entrambi gli interessati sono stati assolti con formula piena ed ai quali ora il comune dovrà rimborsare la somma di 90 mila euro scaglionata nel triennio 2009-2011. 
Il primo cittadino, ad inizio seduta, aveva comunicato pure ai consiglieri alcuni interventi programmati dall'amministrazione nell'ambito del Piar, che prevedono in particolare opere di riqualificazione e rimboschimento della montagna aiellese.

Commenti