Connett spiega i "Rifiuti Zero"


Fonte Savuto Web & Il Quotidiano della Calabria del 28 novembre ’08, pag. 29 (di Gaspare Stumpo)

OLTRE un’ora di conferenza in lingua inglese supportata da una lunga serie di slide che hanno permesso di comprendere il significato dell’intervento che l’ex professore di Chimica ambientale presso la St. Lawrence University di New York ha tenuto anche a Rogliano. Organizzato dal Forum Ambientalista con il supporto di comitati ed associazioni che fanno riferimento a difendiamolacalabria.org - il ciclo di incontri con Paul Connett si è svolto in vista della Giornata mondiale contro l’incenerimento dei rifiuti (1° dicembre 2008), promossa da Gaia con il sostegno della Rete Nazionale Rifiuti Zero. Il professore statunitense ha illustrato i passaggi salienti della sua teoria, che si basa sulla concreta differenziazione (porta a porta) dei rifiuti mediante un’azione sinergica di cittadini ed istituzioni. Connett ha parlato, infatti, di non sostenibilità delle tecniche di incenerimento e di problemi connessi all’incenerimento dei rifiuti: emissioni tossiche, smaltimento delle ceneri, costi finanziari, spreco di energia, opposizione dell’opinione pubblica. “Viviamo – ha detto - come se avessimo a disposizione un altro pianeta su cui trasferirci. Non si può continuare a vivere secondo la filosofia usa e getta, secondo la filosofia del fast food su un pianeta che ha delle risorse finite”. L’obiettivo, dunque, è quello di risolvere le questioni legate agli inceneritori e alle discariche, smettendo di produrre rifiuti gradualmente entro il 2020 anche attraverso una migliore strategia industriale. L’opzione ‘Rifiuti Zero’ – ricordiamo, è stata adottata da importanti municipalità quali San Francisco (USA) e Camberra (Australia) e, Capannori (Lucca) in Italia. “La raccolta differenziata fa risparmiare e funziona non solo in piccoli comuni ma anche in grandi città come San Francisco che - ha affermato ancora Connett - ha una popolazione di 850.000 abitanti. I residenti di questa città nel 2000 sono riusciti a raccogliere il 50% di differenziata, il 63% nel 2004: l’obiettivo per il 2010 è il raggiungimento del 75%. Zero rifiuti nel 2020”. Connett ha tenuto oltre 2000 presentazioni pubbliche in 49 stati Usa e in 50 paesi stranieri. Quello attuale è il 37° giro di quattro viaggi compiuti nel nostro Paese. La lezione di Paul Connett, che si è avvalsa della traduzione di Alfonso Senatore, è stata preceduta da una introduzione di Francesco Saccomanno (Forum Ambientalista).

Commenti

  1. Complimenti per l'iniziativa. Vi leggo 3 anni dopo intanto che sto progettando il mio terzo libro sui rifiuti e raccolta differenziata.
    Laura Sondrio

    RispondiElimina

Posta un commento

Salve. Grazie per il commento.
Il curatore del Blog fa presente che non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori. I commenti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o contenenti dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy, verranno cancellati.