Questione Pro Loco. Che fine ha fatto il tesseramento?

AIELLO CALABRO – La questione “Proloco” torna a far discutere. Come si ricorderà, nel corso della scorsa estate, l’associazione turistica della cittadina, dopo una lunga serie di sollecitazioni, aveva dato il via alla campagna tesseramenti che sarebbe dovuta terminare a fine agosto, per poi giungere entro breve tempo al rinnovo delle cariche sociali. Da allora, però, di notizie ufficiali sullo stato dell’arte non se ne sono avute. In merito alla vicenda che perdura da diverso tempo, intervengono alcuni cittadini interessati alla sorte del sodalizio.
«È passato ormai quasi un mese – scrivono gli estensori della nota stampa - da quando si è chiusa la campagna tesseramenti della Pro-Loco e ancora sembra tutto fermo. Il presidente dimissionario pare che non abbia nessuna intenzione di convocare l’assemblea che darà il via al rinnovo dei vari organi. Inoltre, i primi di agosto un gruppo di cittadini aveva fatto formale richiesta per poter visionare il bilancio dell’associazione, possibilità che a quanto pare è stata negata in modo illegittimo dal presidente Magli, che anche da dimissionario – stigmatizzano - continua a gestire l’associazione in modo privatistico. Sono molti i cittadini – si legge ancora nella nota - che nel mese di agosto hanno voluto tesserarsi, con la speranza che questa volta Magli avrebbe realmente avviato una fase di rinnovamento dell’associazione, speranza che va sempre più svanendo».
Le domande che si pongono gli autori del documento sono diverse: «che fine hanno fatto le tessere? – si chiedono - Perché Magli non convoca l’Assemblea? Perché gli Amministratori non fanno nulla a riguardo, visto che sono a conoscenza del problema?».

Commenti